Dopo la cessione a Daniele Iervolino, la Salernitana è salva, e anche la Serie A. O forse no. A far pensare che la vicenda che ha coinvolto la Salernitana non sia chiusa, è un esposto presentato alla Procura di Salerno da parte di un fondo svizzero.

A riportare la notizia Fanpage, che in merito al motivo riferisce: “la società elvetica si sarebbe vista rifiutare, senza motivazioni e con modalità sospette da parte dei Trustee, due offerte superiori presentate per acquisire il club campano di Serie A nell’ultimo giorno prima della scadenza”.

“Si tratta della società PVAM s.a. – si legge -, fiduciario del Fondo Global Pacific Capital Management doo, con un patrimonio in gestione pari a 350 milioni di euro, che nell’ultimo giorno disponibile (il 31/12/2021) si è vista rifiutare due offerte per l’acquisizione del club (la prima di 38 milioni in titoli obbligazionari bancari, la seconda di 26 milioni cash) entrambe superiori a quella poi accettata di Danilo Iervolino“.

“Secondo la ricostruzione fatta dal legale, nonostante alcuni errori di comunicazione da parte del Trust che gestiva l’eventuale cessione della Salernitana (che prima ha inviato un codice Iban errato e poi ha fatto lo stesso con il codice swift), il fondo svizzero avrebbe comunque presentato via pec alle ore 16 del 31/12/2021 tutta la documentazione chiesta dal Trust per l’offerta da 26 milioni cash, compresa la prova del bonifico con la caparra del 5% (da 1,3 milioni di euro) effettuato. Alle 23.59, cioè un minuto prima della scadenza per poter presentare nuove offerte, la proposta del fondo elvetico sarebbe stata rifiutata senza ricevere alcuna motivazione (ancora adesso non arrivata nonostante le richieste ufficiali fatte dall’avvocato in seguito al diniego)”.