spot_img
spot_img
giovedì, Maggio 23, 2024

Conferenza Allegri: “Al San Paolo con Cristiano Ronaldo”.

spot_imgspot_img

L’allenatore bianconero alla vigilia della gara di Napoli: “Ci giochiamo 2/3 di scudetto, è una partita importante per il calcio italiano”.

Sono queste le prime parole di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa di stamane alla vigilia del big match tra Napoli e Juventus.

Intanto Massimiliano Allegri conferma il pieno recupero del fuoriclasse portoghese e la sua presenza dal 1′ minuto domani sera contro il Napoli:

“Ronaldo sta bene e giocherà”. Normale, in una partita che vale lo scudetto, e il tecnico non lo nasconde: “Domani ci giochiamo due terzi di scudetto, è questione di matematica”.

Scudetto che sarebbe il quinto di Allegri, ma la classifica non basta a evitare le polemiche e le voci sul suo possibile divorzio dalla Juventus, accresciute dopo che in questa settimana il tecnico ha chiuso i suoi canali social:

“Questo è un problema… – ha scherzato Allegri – Li ho chiusi intanto perché scrivevo solo un messaggio dopo le partite… Non sono mai stato un grande seguace dei social, come ci sono entrato ne sono uscito. L’ho deciso a cena, come magari domattina mi viene in mente di giocare con due centrocampisti. Mi ha sorpreso tutto il clamore. Se poi qualcuno non sapeva contare e gli manca il countdown che facevo all’Atletico, dico che oggi mancano 10 giorni. Dobbiamo tornare alla normalità”.
Qualcuno dei giornalisti presenti in conferenza ha poi fatto ad Allegri la seguente domanda: Ti dà fastidio lo scetticismo dei tifosi?

Allegri risponde molto serenamente: “non penso né al futuro né allo scetticismo dei tifosi. Nello stadio non avverto questa cosa. Poi i risultati, al momento, ci danno ragione, poi la negatività fa parte del calcio e purtroppo non ci posso far niente. Bisognerebbe fare un passo in avanti, ma è un’educazione che posso consigliare ma se non succede significa che bisogna cambiare qualcosa. Poi succedono cose gravi, i social sono uno strumento utile ma non per tutti”,  ha detto l’allenatore bianconero

- Advertisement -