Pioggia di critiche contro Ronaldo per una foto

0
577

Ronaldo è un personaggio che attira su di sé, inevitabilmente, l’attenzione di molti.

Tanti lo amano ma tanti sono anche quelli che aspettano ogni occasione per muovergli delle critiche e creare polemiche, scatenando facilmente l’ira del web.

Sui social CR7 ieri è finito al centro di una polemica a causa di una sua foto, pubblicata sul suo profilo Instagram, che lo ritraeva sorridente a bordo del suo aereo privato di ritorno da Madrid.

Ronaldo rientrava a Torino, in compagnia della fidanzata Georgina, dopo aver chiuso una diatriba con il Fisco spagnolo.
Comprensibile il suo sorriso, felice per aver chiuso un fastidioso capitolo.

View this post on Instagram

😀🛫👍

A post shared by Cristiano Ronaldo (@cristiano) on

L’attaccante della Juventus è però diventato il bersaglio di numerose critiche di chi, a causa di quella foto, lo ha accusato di mancanza di sensibilità, visto che poche ore prima era scomparso l’aereo su cui viaggiava il giocatore del Cardiff, Emiliano Sala.

Uno dei più critici con CR7 è stato l’ex attaccante dell’Inghilterra, oggi opinionista sportivo, Gary Lineker, che in un suo tweet ha riportato:

“Non è certo il giorno per questo tweet. Non lo è davvero”.

Numerose le reazioni sui social, molti i commenti severi contro Ronaldo, ma numerosi anche i commenti che hanno sostenuto la sua difesa.

Resosi conto di aver sollevato un polverone, lo stesso Lineker, ha poi commentato:

“Sono sicuro che lo abbia fatto senza sapere quello che stava succedendo, ma qualcuno avrebbe potuto dirglielo”.

Intanto le speranze di ritrovare il giovane giocatore Sala, si assottigliano sempre di più. Poco prima che il velivolo sparisse dai radar, Sala aveva mandato un messaggio ad un amico, dicendogli:

“Sono qui sull’aereo che sembra che sia sul punto di cadere a pezzi e sto andando a Cardiff. Se entro un’ora e mezza non avete mie notizie, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno ma… Che paura che ho”.

Il capitano del porto di Guernsey non sembra nutrire molta fiducia:

“Arriverà il momento in cui sarà impossibile, anche con risorse illimitate, continuare le ricerche”.