Tacconi, il Prof. che lo ha in cura: “Sta migliorando, è già stubato ma di notte usa il casco divenuto noto per il Covid”

0
427

Migliorano di giorno in giorno le condizioni di Stefano Tacconi, l’ex portiere della Juventus ricoverato all’ospedale di Alessandria dallo scorso 23 aprile per una emorragia cerebrale a seguito della rottura di un aneurisma.

A raccontare dei progressi dell’ex portiere della nazionale, è il dottor Barbanera, invitati a Mattino Cinque come ospite in studio, assieme alla moglie di Tacconi, Laura e Andrea, uno dei quattro figli del portiere

Sta migliorando, è già stubato ma di notte usa il casco divenuto noto per il Covid. In reparto dovrà sistemare un drenaggio. La riabilitazione potrebbe prospettarsi non così lunga e non così difficile”, le parole di ottimismo del medico.

“Ci sono sempre dei fattori non prevedibili ma per come lui ha svoltato in questi giorni sarei ottimista per un buon recupero. Il segno di vittoria per la Juve? Non è così importante, lo è molto di più la risposta al vasospasmo perché significa che il cervello risponde bene”.