spot_img
spot_img
giovedì, Dicembre 8, 2022

Moviola Genoa-Juve, arbitro prima concede rigore ai bianconeri, poi ci ripensa. In serie A due pesi e due misure (contatto Ranocchia-Belotti docet)

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

La moviola di Genoa-Juve è racchiusa nei due calci di rigore: uno negato alla Juve e l’altro concesso al Genoa.

Al minuto 82′ viene concesso da Sozza un rigore per la Juve:

Zakaria nell’area del Genoa fa passare un pallone verso il secondo palo, alle sue spalle si fionda Aké che cade a terra dopo un corpo a corpo con Gudmundsson.

Ma Sozza dopo il controllo al video annulla la decisione: non ci sarà calcio di rigore per la Juventus.

Analizzando freddamente l’episodio, come pure ha fatto notare l’ex arbitro Marelli “Non c’erano gli estremi per fischiare il penalty in quanto il giocatore prima di colpire Akè colpisce il pallone. Decisione corretta da parte di Sozza dopo la on field review”.

Se così, risulta però essere ancora più pesante e penalizzante quanto fatto da arbitro e Var in occasione ad esempio del contatto Ranocchia – Belotti in Torino-Inter, dove nessuno ha avuto il coraggio di tornare sui propri passi, falsando una partita e probabilmente un intero campioanato.

Poi al 95′ la beffa: Fallo di De Sciglio su Yeboah, in pieno recupero penalty per il Genoa trasformato da Criscito.

- Advertisement -