Mario Sconcerti: “ASL e quarantene, perché il Napoli ha sempre ragione?”

0
24

Nessuna accusa, solo curiosità su come si possa essere prosciolti due volte per motivi esattamente opposti. È questo il parere del giornalista Mario Sconcerti su calciomercato.com, dopo che il Tribunale Federale ha prosciolto il Napoli e De Laurentiis dopo le presunte accuse di quarantena violata nel match contro la Juventus dello scorso 6 gennaio.

“Il presidente del Tribunale Federale Carlo Sica ha prosciolto la società per aver portato nella trasferta tre giocatori (Rrhamani, Lobotka e Zielinski) che erano stati messi in quarantena dall’ASL 2 di Napoli fino al 9 gennaio, cioè alcuni giorni dopo la partita” scrive Sconcerti, che aggiunge: “La curiosità nasce dal fatto che nella precedente partita, sempre con la Juve e sempre a Torino, la squadra non si era presentata avendo ancora giocatori positivi, perse la partita a tavolino, ma ottenne l’annullamento del risultato documentando che aveva agito seguendo l’invito di quella stessa ASL 2“.

“Curioso che il Napoli sia stato prosciolto due volte per motivi esattamente rovesciatiosserva il giornalista, che spiega: “Prima reclamò la potestà della Asl 2 sugli accordi federali e fu accontentato. Oggi ha ignorato l’invito della stessa Asl 2 ed è stato di nuovo assolto. Tocca al dottor Sica raccontare ora come si possa avere due volte ragione comportandosi in modo opposto“.