Inchiesta Juve, spunta la mail di Chiellini: “Ho parlato con Paratici e con Agnelli…”

0
5959

Emergono nuovi dettagli sull’inchiesta portata avanti della Procura federale nei confronti della Juve, in merito alla cosiddetta “manovra stipendi” sotto Covid.

Dopo che pm di Torino hanno ascoltato Chiellini, il Corriere della Sera ha rivelato che nel 2020, fu proprio Giorgio Chiellini a fare da mediatore, tra la il club bianconero e i calciatori per trovare un accordo sugli stipendi.

Questo il testo della mail:

«Ho parlato con Paratici e con il presidente a proposito dell’emergenza attuale, che ha creato grandi problemi finanziari, soprattutto di liquidità. Il club vorrebbe trovare un’intesa per una nostra partecipazione al momento di difficoltà», si legge nella lettera del capitano ai compagni.

«Credo che anche noi dobbiamo fare un passo, come stanno facendo altri club in Europa e trovare un accordo che ci permetterebbe di evitare i rischi, oltre che di dare un’immagine di squadra fatto di uomini di valore».

Il Corriere della Sera rivela inoltre di come il gruppo accettò la proposta B, e cioè: “marzo 100% nelle prossime stagioni, aprile 0%, maggio 100% nelle prossime stagioni. Giugno: se annulliamo il campionato 0%, se riusciamo a terminare il campionato 100% nelle prossime stagioni”.