Brambati: “Tra Conte e Agnelli c’è stato un riavvicinamento”

0
3336

L’ex calciatore Massimo Brambati ai microfoni di TMW Radio ha parlato della crisi vissuta da Antonio Conte al Tottenham. Ha fatto clamore la dura intervista rilasciata dal tecnico degli Spurs dopo l’ennesima sconfitta in Premier in cui non ha mancato di manifestare tutto il suo malcontento.

Una situazione di difficoltà, che secondo Brambati potrebbe portare ad un prevedibile epilogo. Sta pensando di andare via ha commentato Brambati, che ha poi aggiunto: “Gli piacerebbe stare a casa sua, diciamo così. Lui probabilmente ha sopravvalutato la situazione che poi si è trovato a gestire. I risultati non l’hanno aiutato, non solo quelli in campo. Forse ha capito che c’è un margine oltre il quale non può andare con certi giocatori. Ha fatto una valutazione errata“.

“L’ho sentito – ha continuato Brambati -, c’è la delusione nei confronti di una situazione che si aspettava diversa. Ha reputato chiusa l’avventura all’Inter per una serie di motivazioni. È andato all’Inter andando contro la sua storia, visto che è il rappresentante, ancora ora, dello spirito Juve. Lo ha fatto anche per dimostrare che qualcuno alla Juve forse aveva sbagliato nel fare certe valutazioni quando è andato via Allegri. La scelta più logica sarebbe stata quella di riportare lui e non andare su Sarri. La società ha pensato più all’orgoglio in quel caso”.

Alla domanda se ci sia stato un tentativo di riappacificazione tra Conte e Agnelli, Brambati ha commentato: “Tra persone intelligenti poi si arriva a un punto in cui si capisce che prendere strade così lontane e diverse non porta a niente. Andrea Agnelli è stato testimone di nozze di Conte, erano davvero amici. So che un riavvicinamento c’è stato, la situazione non è così lontana‘ com’era prima”.