Allegri in conferenza stampa: “Arthur, Locatelli e Zakaria possono giocare assieme. Morata straordinario”

0
4697

Alla vigilia della sfida di Coppa Italia con il Sassuolo, Allegri parla in conferenza stampa:

La squadra sta bene, abbiamo recuperato tutti a parte Chiellini out. Bernardeschi dovrebbe rientrare venerdì. Kean squalificato e gli altri sono tutti a posto. Bonucci rientrerà, domani gioca dall’inizio”.

Allegri tuttavia non si fida: E’ tornata l’euforia alle stelle dopo l’ultima partita, l’entusiasmo va bene, a esser troppo euforici non va bene. Andare avanti in Champions il più possibile, poi la Coppa Italia, poi i primi quattro posti in campionato. Se si vuole sognare, e a me non piace, le tre davanti sono lontane. L’Inter è potenzialmente a 11 punti, Milan e Napoli attaccate. Il nostro obiettivo è giocarcela con l’Atalanta da qui a fine stagione”.

Sulla formazione: “Può darsi che uno dei tre rimanga fuori, Vlahovic devo valutare. Può giocare Kaio dall’inizio. Perin gioca, sulla formazione non ho deciso, a parte Bonucci che rientra. Zakaria sta bene, ha preso solo un colpo alla schiena, ma sta bene, si è allenato. Valuteremo i cambi, chi parte”.

Allegri parla anche delle prospettive che può avere il tridente: “Anche Kean può giocare largo a sinistra. L’importante è che si giochi con compattezza, domenica sono stati bravi e si sono messi a disposizione.

Parole di elogio per Cuadrado: “è sempre stato l’ago della bilancia della squadra, può fare il terzo d’attacco, il quinto di centrocampo, il terzino… con l’uscita di Kulusevski, con i terzini recuperati e a seconda del terzino destro, può dare una mano in costruzione. E’ talmente importante che ha recuperato nella partita di Verona”.

Tornando ai singoli, il mister ha speso parole di elogio per  Zakaria (“abbiamo preso un giocatore bravo”) e  Arthur (“sta crescendo bene, domenica ha fatto una bellissima partita, ha corso meno, è come i piccini, vede il pallone e corre dietro. Deve gestirsi di più e ha fatto una bella partita. Ha qualità tecniche straordinarie”).

Poi la sentenza del mister: “Possono giocare Arthur e Locatelli, anche con Zakaria. Scegliere non è semplice, le partite diventano importanti… meglio così”.

Infine su Morata: “ha qualità tecniche importanti. I giocatori vanno inquadrati per le caratteristiche. Se ci aspettiamo cose che non può fare… ha fatto 5 mesi giocando spalle alla porta, è bravo a svariare, a campo aperto è devastante, anche l’altro giorno è stato molto bravo. Quando fa le cose che sa fare diventa bravissimo. Non lo scopro ora. Ormai è 10 anni che lo conosco”.