Rating B all’Inter da S&P per il nuovo bond da 415 mln. Sui mercati finanziari viene definito “titolo spazzatura”

0
14157

Non è certamente positivo per l’Inter il giudizio di Standard and Poor’s Global Ratings sul nuovo bond da 415 milioni lanciato dall’Inter.

Rating preliminare “B” con outlook stabile: è questo il verdetto della primaria agenzia.

Calcio e Finanza, sito specializzato in tematiche economiche del mondo del pallone spiega che “il rating “B” equivale a un giudizio di bond “altamente speculativo” (e rimanda alla tabella del proprio articolo) e sui mercati finanziari viene definito “junk bond” o “titolo spazzatura””.

Questa la relazione dell’agenzia di rating, “l’offerta di obbligazioni garantite allevierà il rifinanziamento a breve termine e i rischi di liquidità a livello di capogruppo”.

E ancora: “Il ricavato sarà utilizzato per rifinanziare le note 2022 esistenti di MediaCo e una linea di credito revolving di 50 milioni di euro presso la società F.C. Internazionale (TeamCo). L’emissione obbligazionaria estenderà la durata del debito di TeamCo e rimuoverà le scadenze del debito contrattuale entro i prossimi 12 mesi. Questo, insieme alla nostra aspettativa che TeamCo riceverà un supporto limitato dai suoi azionisti, allevia in qualche modo le pressioni sulla liquidità nei prossimi 12-18 mesi. Sul lato negativo, la maggior parte del capitale rimarrà in essere alla data di scadenza dell’obbligazione di gennaio 2027, esponendo i creditori a un rischio di rifinanziamento sostanzialmente maggiore”.

Prevediamo che circa 390 milioni (più del 90% dell’importo di emissione) rimarranno in circolazione alla data di scadenza. Questo rischio di rifinanziamento, combinato con una visibilità alquanto limitata sulla performance operativa e finanziaria a lungo termine, nonché la dipendenza dall’accesso a finanziamenti aggiuntivi per servire il suo debito quasi-bullet, limita la nostra valutazione del rating”.

Nonostante il potenziale di sostanziale volatilità del flusso di cassa alla scadenza dei contratti di trasmissione e sponsorizzazione a breve termine, il servizio del debito di MediaCo è supportato dal marchio forte di TeamCo, dal lungo track record di partecipazione alla Serie A e da una posizione strutturalmente senior per la maggior parte delle spese di TeamCo”.

“Le prospettive stabili riflettono la nostra aspettativa che l’Inter continuerà a giocare nella massima serie del calcio italiano, consentendo a MediaCo di beneficiare di flussi di cassa sufficienti per soddisfare la sua nuova emissione di debito e supportare le sue esigenze di rifinanziamento quando le obbligazioni scadranno nel 2027”.

Infine si legge nella nota: “Potremmo abbassare i rating a livello di emissione se consideriamo che la pandemia potrebbe causare danni operativi e finanziari permanenti al calcio italiano o se ci sono problemi di liquidità in TeamCo. Ciò potrebbe verificarsi, ad esempio, se prevediamo un significativo repricing dei contratti chiave o se alcuni stakeholder chiave adottano misure che dimostrano un rischio elevato per il modello di business di TeamCo”.