Agresti: “Zhang non vuole vendere l’Inter. Più che lo sbandierato legame affettivo, gli interessa il nuovo stadio”

0
752

“Nel corso di quest’anno sono state numerose le voci e l’impegno della proprietà nell’Inter. Nessuna di queste è vera. Tutte falsità e speculazioni. Ribadisco che il progetto della proprietà, il sostegno e l’impegno sono a lungo termine, la nostra visione per il futuro è chiara e definita”. Parole del presidente dell’Inter Steven Zhang, nel corso dell’ultima assemblea degli azionisti nerazzurri.

Chiara quindi l’intenzione di Zhang di non vendere l’Inter. “C’è da preoccuparsi” ha commentato il giornalista Stefano Agresti su CalcioMercato, che ha poi aggiunto:

“Qualcuno l’ha presa come una rassicurazione: Zhang tranquillizza i tifosi, non intende vendere l’Inter. A noi sembra quasi una minaccia; di sicuro è una fonte di preoccupazione per chiunque abbia a cuore le sorti del club nerazzurro. Il motivo? Questo proprietario non ha la possibilità di mantenere la società a livelli altissimi, a meno che non accada qualcosa che al momento è assolutamente imprevista e imprevedibile. Ad esempio una nuova spinta da parte del governo cinese agli investimenti all’estero e nel calcio (ma anche in questo caso si dovrebbe comprendere se la famiglia ha ancora la solidità necessaria dopo le ultime dismissioni)”.

“La sicurezza quasi arrogante con cui il giovane Zhang ha negato qualsiasi possibilità di cessione dell’Inter è il chiaro segnale che la linea dei proprietari è quella di non mollare. Più che il legame affettivo con il club, sbandierato dalla Cina, a determinare questa loro scelta è la prospettiva di avere la certezza di poter costruire il nuovo stadio. A quel punto l’Inter varrà molto di più e sarà nelle condizioni di essere ceduta a un prezzo notevolmente superiore rispetto a oggi. C’è solo da chiedersi con quali calciatori i nerazzurri debutteranno nel San Siro del futuro conclude.