Zeman difende Totti e demolisce Cassano: “Tra 20 anni sarà ricordato forse solo a Bari”

0
2021

“È stata una vergogna sentire i fischi contro il Napoli, contro Spalletti che è un allenatore che ha amato e ama Roma. E perché? Perché ha fatto smettere Totti? Mi state dicendo che Totti ha smesso quando Spalletti non lo faceva giocare? Io ho giocato a Roma, conosco la situazione. È tutto venuto fuori con Spalletti che non faceva giocare il Pupo’. Spalletti non meritava neanche un fischio ma solo ovazioni. Tra 20 anni Totti sarà dimenticato, eterni sono i Messi, Maradona, Crujff“.

Un attacco inaspettato quello di Antonio Cassano a Francesco Totti nel corso della diretta sulla BoboTV, in cui Fantantonio ha difeso l’ex allenatore della Roma Luciano Spalletti, sommerso dai fischi all’Olimpico in occasione di Roma-Napoli.

A difendere Francesco Totti, il tecnico del Foggia, Zdenek Zeman, che ai microfoni di Radio1 ha stroncato senza appello Antonio Cassano:

Totti rimane sempre il simbolo della Roma, unico e indimenticabile. Si è visto anche domenica scorsa, quando c’era qualche coro contro e molti pro Totti. Sarà ricordato, io sto dalla sua parte. E di Cassano tra 20 anni ci si ricorderà? A Bari, forse“.

“Il fatto che sotto la sua gestione Totti abbia appeso gli scarpini al chiodo non condannaSpalletti, sarebbe capitato con il 99% degli allenatori. Del resto Spalletti che interesse avrebbe avuto a far smettere ‘prima’ Totti? Assolutamente nessuno, anzi, se ce ne fosse stata la possibilità lo avrebbe fatto continuare all’infinito, nell’interesse di tutta la Roma. Non mi sono piaciuti quei fischi l’altra sera, bisogna essere obiettivi anche se è difficile!”.