Adani: “Se non lo avete capito, gli allenatori gestori non esistono più, sono superati dal tempo”

0
595

Lele Adani in una lunga intervista pubblicata oggi sulla Gazzetta dello Sport, ha parlato del tecnico del momento: Italiano, appena approdato sulla panchina della Fiorentina.

In realtà tra le parole dell’ex interista si nascondono a detta di molti bordate all’indirizzo di un allenatore ben preciso: Max Allegri? Questo perché è noto a tutti che tra l’ex interista e il tecnico della Juventus non corre buon sangue.

Ecco alcuni passaggi dell’intervista di Lele Adani:

“Italiano sa dare identità alle sue squadre. E non lo scopro di certo adesso, già a Trapani si vedeva. Alla Fiorentina ha dato subito la sua impronta, non parlo solo dal punto di vista tecnico-tattico, ma soprattutto da quello motivazionale, coinvolgendo tutti nel gruppo”.

E ancora, ha spiegato Adani: “Anche chi sembrava fuori o veniva fischiato in passato. A Genova è stato decisivo Saponara, che i tifosi viola manco si ricordavano più fosse in rosa. Sono segnali importanti, di un gruppo ritrovato e di un lavoro sul campo importante”.

Il campo, è lì che un tecnico fa la differenza. È con l’allenamento quotidiano che si crea una via, si traccia un percorso, sul quale i calciatori poi marciano compatti. Italiano lo sta facendo ed è la dimostrazione di cosa significhi essere su di una panchina nel 2021. Perché, se non lo abbiamo capito, gli allenatori gestori non esistono più, sono superati dal tempo”.