Scudetto vinto, ma Ronaldo è senza sosta: ha ancora fame di record

0
352

Gli ultimi due scudetti vinti dalla Juventus hanno sicuramente un comune denominatore: Cristiano Ronaldo.

Il fuoriclasse portoghese ha segnato valanghe di gol in entrambi i campionati: 21 gol nella scorsa stagione, addirittura 31, incrementando di 10 gol il suo bottino, nella stagione in corso, peraltro ancora da concludere.

Sì perché al portoghese restano ancora due partite, quella in trasferta con il Cagliari, e quella casalinga contro la Roma, per incrementare i suoi numeri mostruosi.

Dopo la conquista dello scudetto, gli obiettivi personali di Ronaldo, oltre ovviamente alla Champions, sono due:

raggiungere Ciro Immobile nella classifica marcatori di Serie A, e conquistare la Scarpa d’oro, a discapito dello stesso Immobile e di Robert Lewandowski.

Per raggiungere l’obiettivo Ronaldo, che in stagione ha realizzato 31 gol in 36 giornate, ha bisogno di segnare come minimo tre gol per poter almeno raggiungere l’attaccante biancoceleste.

Proprio per questo, a meno di sorprese, CR7 scenderà in campo anche stasera a Cagliari, nonostante l’impegno di Champions League contro il Lione sia ormai alle porte.

Niente riposo quindi per Cristiano che in questa stagione, che prende anche il titolo di unico bianconero ad aver giocato tutte le partite seguenti alla sosta da titolare (10 su 10 per l’esattezza).