Pistocchi: “La Juve gioca meglio quando non c’è CR7”

0
103

Il giornalista Maurizio Pistocchi, nel corso di un intervento a TMW Radio, ha commentato la situazione di Juventus e Inter, dopo l’ultima giornata di campionato.

Su chi sia stato l’allenatore che ha deluso maggiormente nell’ultima giornata, Pistocchi ha risposto:

Antonio Conte, perché penso che il tempo di quelli che mettono avanti gli schemi ai giocatori è finito.

Oggi il bravo allenatore deve adeguare le sue idee ai giocatori che ha.

Conte è sicuramente bravo, con una rosa così competitiva non ha ancora pensato a cambiare disposizione. Per me è un limite dell’allenatore.

La sua idea di calcio ha dei limiti, più mentali che di conoscenze. La squadra deve avere una propria identità, svilupparla attraverso idee, altrimenti è un calcio mediocre“.

La potenzialità della rosa dell’Inter è notevole, ha quattro centrali di spessore. Gli esterni sono affidabili, ma il problema sta nell’idea di calcio. Anche contro la Lazio, poche idee“.

Pistocchi ha poi commentato la prestazione della Juventus contro il Brescia:

“Il primo tempo è stato buonissimo, ma ci sono giocatori che stanno faticando ad adattarsi ad un gioco diverso.

La Juve gioca meglio quando non c’è CR7.

Gli attaccanti si sono sacrificati anche in fase di copertura. Da seconda punta Ronaldo non si sacrifica in fase di non possesso, difficile fare un gioco collettivo quando lui gioca in maniera così individuale.

Condiziona il gioco come faceva a Madrid, dove fu anche contestato per questo”.