Moggi su Paratici: “La Juve prima in campionato e in Coppa dei Campioni, il voto può essere solo dieci”

0
88

L’ex direttore sportivo della Juventus, Luciano Moggi, nel corso della trasmissione radiofonica Cose di Calcio in onda su Radio Bianconera, ha commentato  le ultime vicende dei bianconeri.

Le parole di Moggi sulle ultime dichiarazioni di Guardiola, in cui ha rivelato di aver sognato di giocare alla Juve:

“C’è stato un momento in cui poteva venire alla Juve, poi è passato quel momento e sono venuti altri.

Ho trovato Zidane che ho ritenuto molto meglio di Guardiola nel momento specifico in cui serviva alla Juventus“.

Sulla possibile scelta tra Demiral o de Ligt, da schierare in campo in occasione della sfida in Supercoppa contro la Lazio, Moggi ha commentato:

“Io per esperienza farei giocare de Ligt, ma Demiral sta attraversando un ottimo momento“.

Sul possibile acquisto di un centrocampista in occasione del mercato di gennaio, Moggi ha commentato:

“Prenderei magari Eriksen tanto per fare un nome. A me piace molto, è un coordinatore di gioco ed è ciò che serve alla Juve.

Potrebbe sostituire Khedira che fa bene un tempo ma dopo ansima”.

Su un altro possibile colpo dei bianconeri, così come avvenuto con de Ligt e Ronaldo, Moggi ha commentato:

“Io ci andrei piano. Intanto de Ligt va portato avanti piano piano, ha fatto delle partite discrete assieme ad altre meno discrete. Però è un giocatore giovanissimo, che può permettere alla Juventus di aprire un ciclo.

Bisogna comprare giocatori che servono, non solo perché sono bravi. A volte i giocatori bravi li metti in un contesto e non rendono“.

Moggi ha poi concluso dando un voto al direttore sportivo Fabio Paratici:

“La Juve è prima in campionato e in Coppa dei Campioni, il voto può essere solo dieci“.