Rampulla assolve la Juve: “Non si può essere sempre al top per tutto il campionato”

0
39

L’ex portiere della Juventus, Michelangelo Rampulla, intervistato da Radio Sportiva, ha commentato la modesta prestazione dei bianconeri che domenica contro il Sassuolo hanno strappato solo un pareggio 2-2.

Le parole di Rampulla:

“Bisogna anche dare merito agli avversari, non si può essere sempre al top della condizione per tutto il campionato, la squadra di De Zerbi ha fatto una grande partita.

Essere primi o secondi con un punto è già una grande conferma. L’Inter sta facendo un grandissimo campionato ma la Juve è un po’ sottotono, anche per la non perfetta condizione di Ronaldo.

Il turnover per le tante partite, c’è un po’ di tutto in mezzo a questo, ma la distanza è solo di un punto.

Sicuramente se vuoi recuperare Ronaldo dopo qualche partita che non gioca devi farlo giocare, è difficile lasciare fuori un Dybala in queste condizioni. In certe partite non devi caricare troppo i calciatori.

I calciatori vogliono sempre vincere, può esserci un calo di tensione, qua si parla di otto scudetti e si è già nella storia, arrivare a 10 consecutivi sarebbe un bellissimo traguardo, è una molla a fare sempre meglio.

Quando hai grandi campioni speri sempre che ci sia il colpo di classe, non sempre avviene, ma anche il Sassuolo ha giocato una grande partita”.

Rampulla ha poi concluso con un commento su Gigi Buffon:

“C’è rispetto per Gigi che è intoccabile, sicuramente si sta cercando di farlo arrivare al record, giocare poco non aiuta specialmente lui abituato a giocare sempre. Entrare e uscire non è semplice, è anche questo.

Non ho visto il solito Buffon. Sarebbe meglio fare il secondo classico, sarebbe una buona soluzione.

I pensieri che si hanno… ci sta, sulla carta poteva sembrare una partita più semplice, rispetto a quelle con una big ma il Sassuolo ha fatto una grande partita, e se non le affronti con la giusta concentrazione, anche da parte del portiere, le partite diventano difficili“.