Bonucci presenta il libro “Il mio amico Leo” alla presenza di Agnelli, Paratici e Gravina. Incasso devoluto in beneficenza

0
926

Il difensore e attuale capitano della Juventus, Leonardo Bonucci, ha presentato il suo libro “Il mio amico Leo”, scritto insieme al giornalista Francesco Ceniti de La Gazzetta dello Sport, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.

La presentazione si è aperta con il messaggio di Don Ciotti:

Questo libro ci aiuta a riflettere, guardare nella profondità delle nostre coscienze e prenderci le nostre responsabilità”.

Successivamente la parola è passata a Leonardo Bonucci, che ha ringraziato Andrea Agnelli, Fabio Paratici e il presidente della FIGC Gabriele Gravina per la loro presenza.

Una sintesi della presentazione di Bonucci:

“Prima della pubblicazione ero in ansia, libri ne avevo letti pochi fino alla pubblicazione di questo, ha commentato il difensore bianconero scatenando il sorriso del pubblico.

È una iniziativa un po’ atipica, ma che può aiutare tanti, e questo è stato il nostro principale obiettivo sin da quando si è pensato di raccontare questa storia.

La prevaricazione è una piaga della nostra società, speriamo di poter aiutare a chi lo subisce e a chi lo fa. Da genitore dico che dobbiamo essere molto più attenti agli atteggiamenti dei nostri figli, molto spesso questi comportamenti sono generati da una nostra mancanza.

Gli atteggiamenti dei bambini cambiano nei momenti di difficoltà, mi auguro che questo libro sia di aiuto a tutti quanti”.

Bonucci ha poi concluso:

“Essere capitano della Juventus e della Nazionale è motivo d’orgoglio e voglio dire, con questo, che attraverso le difficoltà si può diventare grandi sia a livello sportivo che umano“.