L’ex Del Neri: “Sarri un maestro. In Champions bianconeri favoriti, la rosa è straordinaria”

0
288

Gigi Del Neri ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

Ecco i passaggi più significativi:

Sabato c’è Atalanta-Juventus, da che parte sta?

Beh, a Torino non andò proprio benissimo. A Bergamo, invece, i risultati furono ottimi”, sorride Luigi Delneri:

E ancora: “Arrivammo settimi, ma aver allenato in un club del genere resta un orgoglio. Con l’Atalanta, mi rilanciai dopo un periodo non facile: è un capitolo bellissimo della mia vita”.

Tra qualche giorno, sarà face to face.

“Match da tripla: di questi tempi fare punti a Bergamo vale una sorta di impresa”, dice Del Neri.

Convinto dalla nuova Juve?

“Se sabato pensasse di vincere in scioltezza commetterebbe un errore enorme: dovrà dare più del cento per cento. Poi, ovviamente, ha il potenziale per battere chiunque: bravo Sarri, non era semplice sostituire uno come Allegri”.

Del Neri chiarisce: “Sta dando la propria impronta, i giocatori sono sempre più vicini alla sua idea di calcio”.

Dopo il Milan, Ronaldo è stato criticato.

Mi pare abbia risposto in nazionale (quattro gol tra Lituania e Lussemburgo, ndr). È ancora decisivo, in primis quando conta. Come in Champions: bianconeri tra i favoriti, la rosa è straordinaria. E Maurizio è un maestro, possono arrivare in fondo”.