Marcello Chirico: “Cairo confonde le braccia di De Ligt”

0
494

Il giornalista e tifoso Marcello Chirico ha rilasciato alcune dichiarazioni per la testata giornalistica sportiva di fede juventina “Il Bianconero”, in merito alle recenti polemiche relative alla mancata assegnazione di un fallo da rigore per un tocco di mano di de Ligt.

Ecco le sue parole che denunciano  la volontà di danneggiare la Juventus che trascende anche le regole stesse del gioco del calcio.

“È davvero interessante la teoria di Cairo, Comi e Belotti secondo i quali siccome era stato dato un rigore contro la Juve a Lecce per tocco di braccio da parte di de Ligt quasi simile a quello avvenuto sabato sera nel Derby, bisognava dare anche un rigore al Torino contro la Juve”, racconta Chirico

“Ora comunico a Cairo Comi e Belotti che recentemente a Coverciano c’è stata una riunione degli arbitri dove sono stati analizzati vari episodi simili, successi in queste ultime settimane tra cui quello di de Ligt ed è stato confermato che quella decisione di dare il rigore da parte di Valeri era sbagliata”.

Dunque Cairo, Comi e Belotti volevano che Doveri sbagliasse anche sabato sera, così… perchè bisognava dare un rigore contro la Juve…” punge Chirico.

Ebbene, “non funziona in questa maniera. Non esiste nessuna regole che assegnano rigori in automatico che assegni rigori perchè viene sfiorato il pallone”.

…L’international board non ha fatto nuove regole”.

Vale sempre la regola che se il braccio è attaccato al corpo non e rigore. Ma Cairo, Comi e Belotti dicono che de Ligt aveva il braccio largo.

“Forse stanno confondendo il braccio destro di de ligt che era attaccato al corpo con quello sinistro che era si largo ma che non ha preso il pallone”, conclude Marcello Chirico.