Juve, Pjanic e Ronaldo superlativi!

0
38

La Gazzetta dello Sport, pochi minuti dopo il fischio finale celebra i protagonisti della vittoria della Juventus contro il Bologna: Pjanic e Cristiano Ronaldo.

Ecco il commento a caldo della Gazza:

Miralem viene al campo con la scatola nera della partita: gioca di prima, controlla il ritmo e quando vuole accelera, magari partendo in dribbling tra due avversari”, scrive La Gazzetta.

Gli artisti attraversano fasi di ispirazione e lui sta vivendo il 1503 di Leonardo, l’anno della Gioconda: gli riesce di tutto”, sentenzia la Gazzetta dello Sport.

“Il Bologna prova a marcarlo, lui si sfila, a tratti sembra una mezzala, in ogni caso palleggia come gli pare”.

“Il gol, cortese omaggio di Soriano, è quasi il meno… ma vale due punti”.

Su Ronaldo, oramai è difficile trovare anche aggettivi. La Gazzetta scrive:

“Il gol è il classico morso da Black Mamba, vecchio soprannome di Kobe Bryant”.

“Cristiano vede l’errore di Krejci e in un secondo passa dalla quiete all’azione: scatto, tiro velenoso sul primo palo e nuova vittima sul curriculum perché CR7, al Bologna, non aveva mai segnato”.

Ronaldo però è molto più di questo. Sugli appunti restano un’apertura per Cuadrado, un contropiede gestito alla grande, una girata di testa parata da Skorupski, un tocca per la sovrapposizione di Cuadrado, una discesa a destra con cross per Higuain, un sinistro deviato dal solito portiere col 28. Raramente mette insieme così tanto calcio in 90 minuti”, conclude La Gazzetta dello Sport.