L’amarezza di Ancelotti: “Abbiamo perso un’occasione. Ci stiamo sacrificando poco”

0
164

L’attesissima sfida allo Stadium tra la Juventus e il Napoli si è chiusa con una strepitosa, quanto inaspettata, vittoria dei bianconeri.

La partita, infatti, fino al ’92 ha visto una situazione di equilibrio con il pareggio 3-3 tra le due squadre, poi compromessa clamorosamente da un sorprendente autogol del difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, che ha così consegnato la vittoria alla Juventus per 4-3.

A seguito della sfida l’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato così l’amara sconfitta:

“Test non positivo. Poteva finire 3-3 o 4-3, non cambia molto. La prestazione del Napoli non è sufficiente.

Sul 2-0 la Juve ha agito più in contropiede e noi abbiamo avuto più il controllo sulla partita.

Abbiamo dato la possibilità alla Juve di pressare e di prendere fiducia. Matuidi ha fatto un lavoro straordinario, ma ha lasciato molti spazi dalla parte di Fabian, che non abbiamo sfruttato.

Abbiamo tentato di pressare alti su Pjanic, ma i gol sono nati a difesa piazzata. Il problema è che quanto hai 8 giocatori in mezzo all’area devi fare marcatura più stretta“.

Ancelotti ha poi commentato con una punta di delusione i sette gol incassati dal Napoli nelle prime due partite di campionato:

“Lavorare in difesa non è un problema di qualità tecnica, ma di gruppo. Ci stiamo sacrificando poco“.

Ancelotti ha poi concluso con un commento sulla Juventus:

“La Juve ha talmente tanta qualità, non mi sorprende. Loro danno sempre il 100%. Possiamo competere, ma abbiamo perso un’occasione“.