Agnelli risponde all’appello: grazie a lui offerte le nuove maglie al Notts County

0
306

La squadra inglese Notts County, a causa di una forte crisi finanziaria si è ritrovata a chiedere aiuto alla Juventus, quello stesso aiuto che ben 116 anni fa diede a sua volta alla Vecchia Signora.

Era il lontano 1903, infatti, quando la Juventus, appena nata, chiese aiuto al club inglese Notts County per avere delle nuove divise.

Il Notts County inviò delle maglie, bianche e nere, e da allora la Juventus indossa quei colori proprio grazie alla squadra inglese.

Oggi, a distanza di ben 116 anni, il club inglese Notts County ha subito una forte crisi finanziaria, e si è ritrovato impossibilitato ad acquistare le maglie per la nuova stagione.

E nel tentativo di aiutare il Notts County, un membro del Parlamento inglese ha inviato un appello alla Juventus per chiedere se potesse ricambiare il favore di allora.

Appello che non è caduto nel vuoto.

Andrea Agnelli ha immediatamente accolto la richiesta, e si è mosso subito per fornire un aiuto concreto al club inglese in difficoltà.

Come riportato su TuttoSport, Agnelli ha immediatamente richiesto all’adidas di inviare la fornitura di quanto necessario al club inglese.

Ad un passo dalla chiusura dell’accordo, il club inglese Notts County ha però dovuto rifiutare la generosa offerta ricevuta da Andrea Agnelli, per non dover pagare la penale al suo fornitore Puma, dal quale è legato da un contratto.

La situazione si è comunque risolta felicemente per il Notts County, visto che, dopo l’interessamento di Andrea Agnelli, la Puma ha deciso di sbloccare la situazione e provvedere alla fornitura delle maglie.

Il Notts County può dunque continuare il suo percorso, con la nuova fornitura di maglie da esibire in campo.