Mihajlovic: Zazzaroni demolito prima da “Sini” e poi dal web per la grave leggerezza

0
749

Mentre tutto il mondo del calcio si unisce nel coro di auguri di guarigione per Sinisa Mihajlovic, che ieri in conferenza ha ufficializzato di avere la leucemia c’è chi si trova costretto a fare un passo indietro per cercare di difendersi dalla furia dei tifosi.

Si tratta di Ivan Zazzaroni che ha dovuto replicare all’allenatore del Bologna che si è detto sorpreso nel leggere su un giornale la notizia della sua malattia ancor prima che fosse lui stesso ad annunciarla:

Vi avevo chiesto riservatezza. Volevo essere io a dirvelo ma qualcuno per vendere qualche copia in più ha rovinato un’amicizia di vent’anni. Mi dispiace”.

Ebbene Il direttore del Corriere dello sport ha risposto oggi con un editoriale sul suo giornale in cui recita il “Mea culpa” scrivendo:

Il giorno prima avevo urlato in redazione tutta la mia rabbia quando intorno alle 17 mi avevano raccontato che l’amico di vent’anni era malato di leucemia e che molti sapevano”.

Devo sempre far prevalere l’angoscia di chi soffre. Ho fatto il giornalista e non l’amico che avrebbe dovuto attendere un’altra mezza giornata per lasciare che fosse lo stesso Sinisa a raccontare”.

Dopo aver ascoltato le sue parole e aver visto il suo volto, riconosciuto il coraggio di sempre, ho capito che mi sarei dovuto scusare pubblicamente con lui”.

Avrei dovuto fare l’amico, “Sini”, come nei vent’anni precedenti, non col giornalista che peraltro ha raccomandato ai suoi di non scrivere una riga sull’entità della malattia”.

“L’ultima verità. Quella parola che fa paura. Dovevo fare una scelta, di fronte al tuo pianto, al tuo dolore, so di aver fatto quella sbagliata”.

Non pensavo ieri e non penso oggi di aver arrecato un danno a Sinisa: ho solo sfogato il dolore una notizia che non avrei mai voluto ricevere aggiungendo un affettuoso incoraggiamento”.

Gli ho inviato un messaggio, il contenuto non lo rivelo: conta solo che si riprenda bene e in fretta, tutto il resto riguarda la mia coscienza. Meglio un rimorso confessato che una macchia nel cuore”.

Ma sui social però i tifosi non perdonano Zazzaroni, e Virgilio Sport ne ha ripreso le reazioni:

“Nello scambio di messaggi con Sinisa, mancava quello più importante: “… ti chiedo perdono, ho sbagliato!”

O anche: ” Quando la toppa è peggiore del buco” .

Il mondo del web è impietoso: ” Se sei un uomo dimissioni oggi ”

O ancora: “Hai voluto fare lo scoop, come qualsiasi giornale al mondo. Ora però non puoi aspettarti un trattamento da amico e sicuramente in cuor tuo lo sai. Dopo queste scuse sarebbe giusto tacere e aspettare un suo segnale”.

C’è chi rivela un particolare privato:  “C’era un preciso accordo con Caliceti di non pubblicare nulla sino a conferenza avvenuta e tu hai volontariamente violato questo accordo tradendo la fiducia di un amico oltre a quella del Bologna e dei tuoi colleghi”

E infine: ” “Ho fatto il giornalista e non l’amico”. No, hai fatto schifo”.