Criscitiello: “Grande feeling tra Ronaldo e Sarri, CR7 davvero potrebbe fare 30 gol”

0
233

Michele Criscitello nel suo consueto editoriale per Tuttomercatoweb, ha commentato la situazione di mercato della Juventus:

Paratici, uomo perbene, dirigente di altissimo livello cresciuto all’ombra del monte Marotta e ora sfida il suo maestro sullo stesso campo.

Dicono di essere rimasti in buoni rapporti. Dicono di essere rimasti amici; ma se sei stato collaboratore stretto, e adesso uno dirige la Juventus e uno l’Inter, per forza devi essere un rivale e augurargli il peggio (sportivamente parlando).

Sarebbe da folli pensare il contrario. E sarebbe anche da ipocriti. Ammazzatevi in campo e fateci divertire.

Come manager è meglio Marotta, come direttore sportivo è più bravo Paratici. Insieme erano una bomba.

Paratici, però, sta crescendo velocemente e anche come stratega sta facendo colpi folli.

Da CR7 a Sarri, portando a passeggio il fantasma di Guardiola, il buon Fabio Paratici da Borgonovo Val Tidone sta facendo tutto in maniera eccellente.

Ha capito anche che se ha due spicci vanno spesi dietro e non avanti. Questo è il tocco di classe di uno che capisce davvero di calcio.

Non sappiamo come finirà ma, se la Juventus befferà le grandi europee per Matthijs de Ligt e metterà sul piatto 70 milioni di euro più bonus, significherà che vuole lanciare seriamente la sfida a chi comanda, oggi, il mondo. Cosa già fatta con Cristiano Ronaldo.

Assicurarsi il difensore del futuro sarebbe la mossa migliore di tutto il mercato anche perché Barzagli ha salutato, Chiellini inizia a diventare grande e Rugani non ha dimostrato una crescita esponenziale in questi anni.

Tutti parlano di Manolas a 36 milioni e si chiedono: ma se lo prende il Napoli perché la Juve dorme? Evidentemente perché tra le mani ha qualcosa di meglio, nonostante il difensore della Roma sia un top in quel ruolo.

Nel frattempo i falsi moralisti ci fanno due maroni così con lo scandalo Sarri. Ma come, l’allenatore va nel resort di Ronaldo? Segnale di debolezza. Doveva essere il contrario. Ma piantatela!

Lo scorso anno ha preso il jet Andrea Agnelli e quest’anno l’ha preso Sarri. Forse fa più notizia Sarri su un jet privato che Agnelli, ma per il resto mi sembra tutto normale.

Higuain e la Juventus sono sempre più lontani. Ronaldo ha dato disponibilità a fare sia l’esterno che la prima punta ma Sarri non si aspetti che Ronaldo faccia l’esterno/terzino.

Chiarito questo punto c’è grande feeling tra CR7 e Sarri, con la consapevolezza che con il gioco del nuovo allenatore, il portoghese davvero potrebbe fare quest’anno 30 gol“.