Salvini non ci sta a perdere: “Kessié deve giocare per forza?”

0
137

Il derby di Milano si è concluso con la vittoria dell’Inter sul Milan per 2-3.

Partita divertente, che non ha però entusiasmato più di tanto i tifosi del Milan, usciti sconfitti dalla sfida contro l’Inter.

E tra i tanti tifosi scontenti, il ministro Matteo Salvini, appassionato tifoso rossonero, presente allo stadio e rimasto molto deluso dalla prestazione dei rossoneri.

Deluso in particolare dalla deludente prestazione di Kessiè, protagonista anche di un inopportuno sfogo verso l’allenatore rossonero, e successivo battibecco con Biglia, che cercava di riportarlo alla ragione.

Sul comportamento di Kessié, Gattuso, a fine partita, ha severamente commentato:

“La cosa che fa male davvero è l’immagine di Kessiè, questa è la cosa che mi brucia davvero come vedo il calcio. E’ una cosa che non ci sta per i valori del gruppo e del lavoro quotidiano e non è un caso che negli ultimi anni si faccia fatica, serve rispetto per tutti. La responsabilità è la mia, sono io l’allenatore, loro sanno quanto tengo a queste cose. Magari di calcio non capisco nulla, ma sul gruppo, la disciplina, il rispetto di chi non gioca e della maglia ci deve essere sempre questa è una sconfitta totale e la responsabilità è mia e credo che in settimana mi farò sentire”.

Al termine della sfida che ha visto soccombere il Milan, Salvini dal suo profilo Instagram ha manifestato con queste parole la sua delusione, rivolgendo una dura critica al tecnico rossonero per le sue scelte:

“Se non giochi a calcio per 70 minuti su 90, se non ci metti l’anima, se metti in campo “giocatori” che hanno la voglia, la grinta e la forma fisica di un bradipo, è giusto che tu perda. Ma Kessié deve giocare per forza? Forza Milan sempre”.

Bocciatura senza appello per i cambi stabiliti dal tecnico rossonero: “I cambi Gattuso me li spiega domani”, ha commentato un infastidito Salvini al termine della sfida.

Il Milan interrompe così una buona serie di vittorie; ha perso infatti contro l’Inter dopo cinque vittorie consecutive, chiudendo un inizio di 2019 particolarmente soddisfacente sul piano dei risultati, con sei vittorie e due pareggi in campionato, il quarto di finale di Coppa Italia vinto sul Napoli e lo 0-0 contro la Lazio nella semifinale di andata.