spot_img
spot_img
domenica, Febbraio 5, 2023

Atletico Madrid – Juventus, moviola: Diego Costa andava espulso?

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Atmosfera da brividi al Wanda Metropolitano per la grande sfida d’andata degli ottavi di finale di Champions League tra Atletico Madrid e Juventus.

Male questo primo tempo degli ottavi di finale, i bianconeri battuti 2-0: decisivi i gol nel finale di Gimenez e Godin, centrali dei Colchoneros letali da palla inattiva.

In precedenza il Var aveva negato un rigore reclamato dai padroni di casa per supposto fallo di De Sciglio su Diego Costa e annullato una rete dell’ex Morata.

A dirigere la partita l’arbitro tedesco Felix Zwayer  supportato dalla Var, la grande novità di questo turno di Champions League.

Partita molto complicata, ricca di episodi controversi e colpi di scena.

Due gli episodi dubbi più significativi che avrebbero potuto cambiare il corso della partita: nel primo tempo un intervento di De Sciglio su Diego Costa sanzionato con una punizione dal limite e, nel secondo, il fallo chiamato dalla Juve per una spinta su Bonucci nell’azione del secondo gol dell’Atletico.

Nel primo episodio Diego Costa, lanciato sull’out sinistro, cade rovinosamente all’interno dell’area di rigore per un supposto contatto con De Sciglio: l’arbitro da prima fischia il calcio di rigore poi, su chiamata della Var, concede una punizione dal limite agli Spagnoli. Rivedendo l’azione, più che il fallo di De Sceglio, è palese la simulazione di Diego Costa, per cui sarebbe stato corretto sanzionare il fallo di simulazione dello spagnolo.

Diego Costa si lascia cadere nell’area bianconera

Il secondo episodio è simile al precedente: in area di rigore questa volta si lascia cadere Leonardo Bonucci. Come Diego Costa anche Bonucci, appena sfiorato dall’avversario, cade rovinosamente nella propria area. Il centrale si porta le mani sul viso e cade per terra come se avesse preso manata, salvo poi, immediatamente dopo, rialzare la testa e scostare leggermente le main dal viso per guardare lo sviluppo dell’azione. Anche in questo caso è palese la simulazione ed è quindi corretta la decisione di convalidare il gol.

E allora, perchè non è stato utilizzato lo stesso metro di valutazione? Diego Costa andava ammonito per simulazione, con conseguente espulsione per somma di ammonizioni.

Bonucci si lascia cadere nella propria area durante l’azione del secondo gol.

Di seguito tutti  gli episodi da moviola del match.

All’ 8’ammonito Diego Costa. Lo spagnolo avanza in barriera mentre Cristiano Ronaldo è pronto a calciare a rete su punizione, l’arbitro estrae il cartellino giallo. Era diffidato, salterà la partita di ritorno.

Lo spagnolo avanza in barriera mentre Cristiano Ronaldo è pronto a calciare a rete su punizione, l’arbitro estrae il cartellino giallo. Diego Costa era in diffida e dunque salterà la sfida di ritorno

2′ – Intervento scomposto di Matuidi, che tocca il piede di Griezmann in area di rigore. L’arbitro si consulta con il Var e non assegna né la punizione a due né il rigore.

PRIMO TEMPO

Al 2′ intervento scomposto di Matuidi. Griezmann colpisce il pallone al volo in sforbiciata in area di rigore, Matuidi interviene in maniera scomposta toccando il piede del francese. L’arbitro si consulta con il Var e non assegna né la punizione a due né il rigore.

All’ 8′ ammonito Diego Costa. Viene sanzionata in maniera fiscale la sua l’azione di disturbo prima della punizione di Ronaldo. Era diffidato, salterà la partita di ritorno.

Al 10′ graziato Alex Sandro. Fallo da dietro di Alex Sandro su Diego Costa che interrompe una ripartenza dell’Atletico. L’arbitro, per sua fortuna, non estrae il giallo.

Al 14′  Dybala tocca il pallone con il braccio: giusta la punizione, non arriva il cartellino giallo.

Al 26’ De Sciglio interviene su Diego Costa, prima sfiorandolo con la mano, poi toccando la gamba: l’attaccante fa due passi, poi si lascia cadere a terra in area di rigore. L’arbitro indica clamorosamente il dischetto. Il collega al Var lo corregge subito: concessa la punizione e non ci stava neanche questa.

Al 41’ doppio intervento su Ronaldo lungo la linea laterale, anche da cartellino giallo, ma il direttore di gara non fischia nemmeno fallo.

Al ’42 pestone di Godin dritto sul piede di Ronaldo. L’arbitro fischia il fallo, ma non ravvisa un’ammonizione solare.

Al 47’ ammonito Thomas. Fallo da dietro del centrocampista dell’Atletico Madrid ai danni di Dybala, giusta l’ammonizione di Thomas. Era diffidato anche lui: salterà la partita di ritorno.

SECONDO TEMPO

Al 53′ l’Atletico Madrid chiede un calcio di rigore. Ronaldo colpisce di testa, Mandzukic in area di rigore colpisce il pallone col braccio molto vicino al corpo: giusto non concedere in penalty agli spagnoli.

Al 55′ ammonito Alex Sandro. Intervento scomposto ai danni di Gimenez, giallo corretto per il terzino della Juve che era in diffida e salterà la gara di ritorno.

Al  56’ da giallo l’intervento di Saul. Brutto l’intervento di Saul su Pjanic ma non viene sanzionato.

Al 70’ gol annullato col Var all’Atletico Madrid. Stacco di testa e rete di Morata, che però si è liberato con una spinta di Chiellini. L’arbitro assegna la rete, ma il Var lo richiama nuovamente, stavolta alla review: l’ultima immagine smaschera la spinta netta. Giusto annullare il gol.

Al 79’ seconda rete dell’Atletico. Stavolta la mette in rete Gimenez, ma non c’è fallo su Bonucci come reclamano gli juventini: il difensore viene appena sfiorato in viso e cade a terra come se avesse subito un pugno da k.o. In questo caso giusto convalidare.

All’ 89′ ammonito Griezmann. Brutto intervento in scivolata su Alex Sandro vicino all’area dell’Atletico Madrid. Corretto il cartellino giallo estratto dall’arbitro.

- Advertisement -