Fabio Capello su Ronaldo: “È micidiale, per lui contro l’Atletico sarà come giocare un derby”

0
144

In occasione degli Oscar dello sport, i Laureus World Sports Awards 2019, l’ex allenatore bianconero, Fabio Capello, ha rilasciato un’intervista a Il Giornale, e ha commentato la sfida che attende la Juventus in Champions League.

Sull’atteso confronto di domani con l‘Atletico Madrid, Capello ha commentato:

“Che partita mi aspetto? Sicuramente interessante. Da una parte Allegri ha recuperato la difesa, in particolare Chiellini”.

“Dall’altra l’Atletico forse non è al top ma questo non vuol dire, Simeone sa come mettere la squadra e cosa trasmetterle. E quando gioca in contropiede è micidiale. Molti parlano della Juve già come probabile vincitrice della Champions? La mia favorita è il City, l’ho già detto. Poi ci sono altre 5-6 squadre alla pari e tra queste c’è la Juventus”.

Ronaldo è un giocatore micidiale, sempre molto determinato. Al Wanda Metropolitano non ha ancora segnato? È uno dei pochi che gli mancano, ce la metterà tutta. Ma sarà dura: i tifosi lì lo sentono ancora come fosse del Real, per lui sarà come giocare un derby. E nei derby la tensione può fare scherzi. Si diceva che in Italia avrebbe fatto fatica? È la favola di Pinocchio: se uno è intelligente non ha problemi. La qualità paga sempre”.

“È davvero il migliore del mondo? Per me il genio assoluto è Messi, anche se non ha vinto nulla con l’Argentina. Ma a calcio non si gioca da soli, ci vogliono anche compagni all’altezza”.

Capello ha rilasciato un commento anche sul caso Icardi:

“Innanzitutto io sarei intervenuto molto prima: andava avvisato che la situazione stava prendendo una brutta china. Ora il problema va risolto in fretta”.

“Diciamo che l’essere andati lui e Wanda allo stadio domenica, in uno stadio che si sapeva ostile, è stato un atto di coraggio che va apprezzato. Adesso sta a lui far pace con i compagni. Come? Andando nello spogliatoio con il cappello in mano chiedendo scusa a tutti. Non c’è nulla di male nel riconoscere di aver fatto uno sbaglio”.

“A Wanda Nara direi di stare più attenta come si espone: l’ho detto, i social possono rovinare una carriera. Per cui: lei faccia un po’ quello che vuole, ma non coinvolga più suo marito”.