Salvini su emergenza arbitri: “Riporterò disciplina!”

0
1334

Stamane al Viminale, come annunciato ieri dal sottosegretario Giorgetti si è parlato della tutela dei direttori di gara. Il Vicepresidente del Consiglio è stato come da par suo categorico: “Riporterò disciplina”, ha detto Matteo Salvini.

E infatti come riportato dalla Gazzetta dello Sport, a seguito della vergognosa escalation di episodi poco ortodossi nei confronti dei direttori di gara di domenica scorsa tra i quali quello più grave ai danni di Riccardo Bernardini, (l’arbitro di Ciampino malmenato da un paio di tifosi) al termine di una partita del campionato dilettanti. Ecco le parole di Matteo Salvini: “qui stiamo parlando di un’emergenza educativa e dopo aver difeso i nostri confini non pensavo ci fossero da difendere anche i campi da calcio” – si sfoga il ministro dell’Interno Salvini che prosegue – “Ogni anno ci sono centinaia di aggressioni per una passione. Farò tutto il possibile per riportare disciplina, rispetto, ordine, buona educazione e sanzioni sui campi di calcio”.

Il vicepremier prosegue in maniera netta sull’argomento e afferma: “come ministro e papà penso che sia arrivato il momento di sanzionare pesantemente i delinquenti. Perché di questo si tratta. Mi rifiuto di militarizzare i campi, ma da oggi si cambia e chi sbaglia pagherà tanto” ha concluso Salvini.

L’iter sarà quello di dotare la Figc dei poteri relativi alla predisposizione delle sanzioni, sotto la tutele del nuovo presidente federale Gabriele Gravina, che a margine dell’incontro ha commentato così: “tutti devono sapere che se sfiorano l’arbitro o attivano principi di violenza pagheranno fino all’allontanamento. Comprese le società che saranno riconosciute responsabili”.