Gravina(FIGC) dopo incontro con Giorgetti (Governo): “infiltrazioni mafiose in curva: spetta alla giustizia ordinaria”

0
204

La puntata di Report andata in onda lunedì sera su Rai Tre ha ovviamente lasciato degli strascichi nel mondo del pallone lanciando indirettamente ma non troppo un appello alla politica che ruota attorno al calcio.

L’inchiesta presentata da Sigfrido Ranucci ha portato alla luce i rapporti tra criminalità organizzata e gruppi delle tifoserie delle curve che sono appunto soggette ad infiltrazioni di carattere anche talvolta mafioso.

A questo proposito è intervenuto Gravina, neo presidente della FIGC, eletto praticamente all’unanimità qualche giorno fa: relativamente alle infiltrazioni nelle curve della criminalità organizzata, Gravina all’uscita da Palazzo Chigi, ha detto: «è un tema che lascio alla magistratura ordinaria. È il rapporto tra società e curve che dovrebbe essere ordinato. Poi la malavita è malavita e se ne deve occupare la giustizia ordinaria».

Il nuovo Presidente della FIGC ha rilasciato queste dichiarazioni a margine di un vero e proprio summit con il sottosegretario allo Sport, Giancarlo Giorgetti e quello del Coni, Giovanni Malagò come riportato dal sito Calcio e Finanza.