domenica, Luglio 14, 2024

Moggi a Gravina: “Bilanci in rosso? Stia zitto che è meglio. Lui tra i più perdenti di sempre”

In una recente intervista concessa a Libero.it, Luciano Moggi ha espresso il suo parere su Gabriele Gravina, attuale presidente della FIGC. L’ex dirigente della Juventus ha affrontato senza mezzi termini Gravina, utilizzando parole fortemente critiche e pungenti.

Nel frattempo tuona Gabriele Gravina: «Se dessi le dimissioni io sarebbe un disastro per il calcio italiano». È il grido del presidente della Figc, nonostante sia uno dei più perdenti della storia del calcio”.

E ancora: “Durante il suo mandato, e dopo aver vinto un Europeo, è riuscito infatti a non qualificarsi per ben due volte ai Mondiali, è stato eliminato dalla Uefa Nations League nel corso dell’annata 2022-23 ed è stato sbattuto fuori da tutte le competizioni giovanili fatta eccezione per l’Under 19 di Bollini, che ha vinto gli Europei”.

“E a questa collezione di sconfitte non poteva mancare neppure la nascente nazionale femminile. Prima di lui la serie A era il più bel campionato del mondo, adesso soffre dietro la Premier, la Bundesliga, la Liga e la Ligue1”.

“Approfittando del decreto crescita, giocano in Serie A atleti che in passato non potevano giocare neppure in Serie B. E nonostante ciò riempiono le nostre squadre, senza ovviamente migliorarle, togliendo anzi il posto ai giovani italiani che, non venendo utilizzati, non crescono e la nostra nazionale langue”.

Dei bilanci in rosso meglio non parlarne per cui, tutto sommato, potremmo dire che il presidente Gravina ha perso un’occasione d’oro per tacere”.

E che sia giusto quanto stiamo scrivendo lo prova l’asta per assicurarsi i diritti tv: prima si accapigliavano, ora si accordano per pagare meno. E intanto lui cerca di coprire le magagne arruolando giocatori dal grande passato, ultimo Buffon come Capo Delegazione della Nazionale al posto del povero Gianluca Vialli”.

spot_imgspot_img