venerdì, Luglio 19, 2024

Inter-Benfica, sarà sfida di lotta o di governo?

La Champions League edizione 2022-2023 entra nella fase finale in cui si assegnerà il titolo di Campione d’Europa ad una delle 8 squadre rimaste. I quarti di finale, come tutti gli anno, ci presentano delle sfide avvincenti: da un lato del tabellone, Real Madrid-Chelsea e Manchester City-Bayern, dall’altra parte le italiane con il derby Milan-Napoli e Benfica-Inter.

Parliamo proprio dello scontro tra lusitani e milanesi. Nell’unico precedente della loro storia nella massima competizione europea, le due squadre si ritrovarono in finale della Coppa dei Campioni (così si chiamava al tempo); correva infatti l’anno 1965 e si impose l’Inter con una rete della leggenda Jair, conquistando così la prestigiosa coppa per il secondo anno consecutivo. Le due formazioni si sono affrontate solo un’altra volta, nel 2004, ma stavolta erano gli ottavi di finale di Europa League: l’Inter guidata da Zaccheroni strappò un prezioso pareggio a reti inviolate a Lisbona e poi vinse a Milano per 4-3.

Come si prospetta questa importante sfida che spalancherà le porte della semifinale?

I portoghesi hanno già dato spettacolo contro la Juventus, vincendo sia a Torino in rimonta per 2-1 e poi a Lisbona in una partita dominata fino al 4-1, e che per poco non finiva in rimonta, il risultato finale di 4-3 è forse un po’ bugiardo. E’ una squadra che gioca un calcio veloce, tenendo la squadra corta e rapida, sono ottimi palleggiatori ma hanno dimostrato qualche punto debole in difesa. I nerazzurri di Inzaghi sono invece discontinui, capaci di grandi imprese ma anche di grandi flop. Dovranno trovare equilibrio e compattezza per domare i lusitani.

Ci aspettiamo una gara in cui il possesso palla sarà inevitabilmente nelle mani del Benfica, con i nerazzurri che cercheranno di agire in ripartenza per sfruttare gli spazi che si creeranno: sarà determinante la vena di Lautaro e ci vorrà il miglior Lukaku per scardinare il bunker difensivo lusitano che, come tutte le squadre portoghesi, subisce poche reti. E poi c’è un grande ex, Joao Mario, che nelle tre stagioni all’Inter non ha mai convinto: a Lisbona ha ritrovato continuità, gol e assist e avrà voglia di dimostrare il suo valore. L’attaccante Ramos Goncalo ha già realizzato 25 reti in stagione, un vero mattatore anche in Champions quest’anno con ben 7 gol realizzati: la difesa nerazzura è avvisata.

Le quote vincente Champions League danno favorito il solito Manchester City, a 3.50, che finora ricordiamolo, nonostante gli investimenti faraonici, non ha mai vinto la Coppa e solo una volta è arrivata in finale. A 4.50 sono quotate il blasonato Bayern e lo strepitoso Napoli di Spalletti, che quest’anno è l’outsider più pericoloso, con 7 vittorie e 1 sola sconfitta (a qualificazione già ottenuta). Il Real Madrid, campione in carica, è quotato solo 8, ma gli spagnoli – si sa – sono i veri Re di questa competizione e fino all’ultimo possono dire la loro. Benfica e Inter per ora sono a quota 15, a dimostrazione che anche per i bookmakers la sfida è pressoché alla pari!

spot_imgspot_img