spot_img
spot_img
venerdì, Giugno 14, 2024

Nuovo Cda Juve, ecco le deleghe in capo al nuovo Direttore Generale

spot_imgspot_img

Sono stati rivelati i nuovi poteri del futuro CdA della Juventus, il cui annuncio è previsto nei prossimi giorni.

Il 18 gennaio sarà data di elezione da parte dall’assemblea degli azionisti. Non subirà ribaltoni l’area sportiva con Massimiliano Allegri e Federico Cherubini che rimarranno nelle rispettive posizioni.

Gianluca Ferrero sarà il Presidente e Maurizio Scanavino ricoprirà il ruolo di direttore generale. Queste le deleghe di Scanavino, secondo quanto riferito dal portale Calcio & Finanza:

Nel dettaglio, lui potrà “acquistare e cedere, a titolo definitivo o temporaneo, contratti aventi ad oggetto le prestazioni sportive di calciatori e calciatrici entro il limite massimo di euro 25.000.000 con firma singola ed entro il limite massimo di euro 75.000.000 con firma abbinata all’amministratore delegato”.

Ma non solo. Infatti, potrà anche “stipulare e risolvere contratti per la costituzione di rapporti aventi ad oggetto le prestazioni sportive dei calciatori e delle calciatrici entro il limite massimo di euro 25.000.000 con firma singola ed entro il limite massimo di euro 75.000.000 con firma abbinata all’amministratore delegato”.

E, infine, Scanavino avrà modo di operare anche sul tema stipendi. Potrà “stipulare e risolvere contratti per la costituzione di rapporti aventi ad oggetto le prestazioni sportive di allenatori e tecnici entro il limite massimo di euro 10.000.000 annui con firma singola ed entro il limite massimo di euro 75.000.000 con firma abbinata all’amministratore delegato”.

- Advertisement -