Juve, Allegri è salvo: Ecco che cosa deciderà il CDA

0
1257

Allegri è salvo. Sarà questo il verdetto del Consiglio d’amministrazione della Juventus che dovrà approvare il bilancio e discutere gli eventi significativi degli ultimi mesi.

Ad anticipare quella che sarà la decisione sull’allenatore bianconero è Tuttosport che spiega come è improbabile che il Consiglio di Amministrazione possa decidere l’esonero di Allegri, come molti hanno sostenuto in questi giorni.

“Tecnicamente può dare un indirizzo al management, ma è piuttosto remota l’ipotesi che il CdA di domani inviti la dirigenza a cambiare l’allenatore, per due fondamentali ragioni.

Questione di competenza:Il Consiglio di Amministrazione di una società è un organo che deve contribuire alla gestione della società e rappresenta una sorta di garanzia per i suoi azionisti. Considerati questi compiti, la decisione di esonerare un allenatore potrebbe rientrare nelle mansioni, tuttavia il CdA della Juventus non è mai entrato nelle questioni tecnico-calcistiche proprio per la specificità della Juventus stessa, società per azioni, ma anche club di calcio”.

E poi “nessuno ha l’esperienza calcistica per discutere tecnicamente un tema come l’esonero, tranne ovviamente Pavel Nedved, Andrea Agnelli e Maurizio Arrivabene che fanno parte del CdA e rappresentano anche il management. Quindi, anche in caso di discussione dell’argomento (mettiamo che un membro chieda lumi sull’attuale crisi tecnica della squadra), la situazione verrebbe illustrata dallo stesso management che sta confermando la fiducia in Allegri”.

In sintesi “per come è strutturata la Juventus, le decisioni prettamente “calcistiche” sono delegate ai manager che poi rendono conto al CdA e all’assemblea, ma non vengono prese in seno al CdA”.

C’è poi la questione economica: “E proprio il fatto che il Consiglio di Amministrazione della Juventus si occupa di conti più che di giocatori e allenatori, è semmai possible che la vicenda Allegri venga trattata sotto il profilo delle sue conseguenze finanziarie. Ovvero: quanto costerebbe esonerare Allegri e assumere un altro allenatore? Molto. Perché i soldi dovuti ad Allegri da qui alla fine del contratto difficilmente verrebbero risparmiati e a quelli si aggiungerebbe l’ingaggio di un nuovo tecnico”.

Insomma, ammesso e non concesso, che il tema Allegri finisca sull’enorme tavolo della sede deputata a ospitare il CdA, “è assai remota l’ipotesi che se ne esca con la decisione dell’esonero”.

Questo perchè “il CdA sarà più impegnato a dibattere i brutti risultati di bilancio della stagione ’21-22, che dovranno essere approvati per la presentazione all’assemblea (la cui data verrà stabilita proprio dal CdA).

“Allegri è quindi da considerare salvo? Sì”, la sentenza di Tuttosport.