spot_img
spot_img
giovedì, Dicembre 8, 2022

Conferenza stampa Allegri: “In Champions siamo in ritardo di 4 punti. Creeremo i presupposti di una finale a Lisbona”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Massimiliano Allegri (che non sarà della partita perchè squalificato) ha parlato alla viglia della delicata trasferta col Monza.

Subito una precisazione sull’intervista rilasciata dal mister a Sconcerti: “Con Mario Sconcerti ho un ottimo rapporto, non lo sentivo da 4 anni. E’ stata una chiacchierata ed è stata messa giù come un’intervista. Il succo, quello che ho letto, è che non è questione una Juve virtuale: se metti la rosa al completo, oggi non ce l’abbiamo. Non c’era bisogno di Sconcerti, era una cosa plausibile per tutti, credo”.

Tema infortuni: “Ho fatto un report con i dottori: abbiamo avuto 11 infortuni muscolari, l’anno scorso 10, quest’anno 8 partite in più e abbiamo avuto McKennie, Pogba, Chiesa fuori. Altri giocatori hanno giocato più partite. Noi siamo sempre in discussione e discutiamo sempre del lavoro che facciamo, abbiamo sbagliato sicuramente, chi è che non sbaglia? Sbagliamo tutti. E io sbaglio molto più degli altri”, ha affermato Allegri.

La conferenza prosegue sulla medesima falsariga: “Credo che in questi momenti ci voglia molta lucidità. Se avessimo vinto col Benfica, cosa si sarebbe detto? Io avrei detto che la prestazione sarebbe stata da migliorare. Non serve spiegare niente, serve vincere. Ci mancano i risultati, in Champions siamo in ritardo, però serve vedere il positivo sennò uno prende e si butta dal grattacielo. Questo non credo sia giusto”.

E ancora sulla Champions: “Siamo in ritardo di 4 punti, è vero, ma ci sono cose che vanno oltre il campo. In Champions abbiamo perso con il Benfica, ma ora si vede tutto negativo. Ma bisogna cercare di finire bene domani, dopo la sosta recupereremo 3-4 giocatori, e poi affronteremo il secondo mini-ciclo, cercando magari di creare i presupposti di una finale a Lisbona. Magari tutto il negativo di ora sarà positivo tutto tra 20 giorni”.

Tornando agli infortuni: “Alla fine contano i risultati, poi gli infortuni… abbiamo avuto problemi sui flessori l’anno scorso, quest’anno sugli adduttori. Cerchiamo di dare una soluzione, sul fatto che lo staff lavori bene non c’è dubbio”.

- Advertisement -