Bergonzi: “Troppa tensione già alla 6ª giornata, inspiegabile. Marcenaro? Gli dico bravo davvero”

0
1033

La Serie A si appresta a introdurre il fuorigioco semi-automatico, un’innovazione che migliorerà le valutazioni e che annullerà clamorosi errori come quello fatto nel corso della partita Juventus-Salernitana dall’arbitro Banti (al VAR) e Marcenaro (in campo).

A commentare l’introduzione della nuova tecnologia è stato l’ex arbitro di Serie A Mauro Bergonzi ai microfoni della Gazzetta: “Beh, se fosse stato già in funzione certamente la posizione di Candreva si sarebbe vista. Col nuovo sistema avresti la totalità del campo sotto controllo e quindi, soprattutto, non avresti problemi di telecamere non fruibili. Quindi gli angoli ciechi, le zone buie, non esisterebbero”.

Sulla bufera generata attorno all’episodio di Juve-Salernitana, Bergonzi ha commentato: “Una grande confusione e l’idea che tutti abbiano troppo i nervi scoperti. Devo dire che già dalla prima giornata mi sembrava che l’andazzo potesse diventare questo, ma non mi pare proprio normale che dopo così poche giornate ci sia questo clima così surriscaldato in cui, per gli arbitri ma non solo, lavorare potrebbe diventare assolutamente non facile“.

“Mi sono immedesimato anche in Marcenaro, ovvero un ragazzo – di talento vero, credetemi – che deve prendere decisioni mentre dietro 40 persone si azzuffano‘. Gli servirà per crescere certo, ma è stato bravo. In sostanza, però, tutti devono stare più calmi: troppa tensione già alla sesta giornata, è inspiegabile“.

Marcenaro, e mi ripeto, si è trovato in una situazione difficilissima ma uscendone con grande carattere. Gli dico bravo. Bravo davvero. E poi che nel 2022 certi errori come quelli che abbiamo visto in Lecce-Monza non possono più capitare. Non devono più capitare“.