Thierry Henry: “Ho amato molto la Juve. Sarei rimasto se non fosse stato per una persona…”

0
793

L’ex attaccante Thierry Henry ha fatto il suo ingresso come azionista nel Como, che adesso milita in Serie B. Il francese ha spiegato così la sua decisione: “Mi piace molto il rapporto che si sta creando tra città e squadra. Questa società ha storia e tradizione, è il momento di farla crescere ancora. Conosco la passione che c’è in Italia per il calcio – ha detto Henry nel corso della conferenza stampa di presentazione – e non ho esitato quando mi è stata proposta questa possibilità”.

Henry ha poi parlato della sua avventura alla Juve e non ha mancato di lanciare una frecciata a Luciano Moggi. Ho amato molto la Juventus e l’Italia, non sono rimasto qui a causa di una sola persona“.

Il riferimento di Henry è da ricondurre alla rottura con l’ex direttore generale della Juventus. “Lasciai la Juventus dopo una mancanza di rispetto di Moggi aveva dichiarato tempo addietro Thierry Henry ai microfoni di Sky. E dopo la dichiarazione dell’ex attaccante, non era mancata la precisazione di Moggi sulla vicenda: “L’errore non è di aver dato via Henry, perché l’ho pagato 20 miliardi e l’ho ceduto a 33. Poi per 18 ho preso Trezeguet, ditemi se ho fatto male…”.