spot_img
spot_img
venerdì, Dicembre 9, 2022

Allegri in conferenza alla vigilia di Juve-Sassuolo: “Abbiamo il dovere di puntare a vincere. Tra Kostic, Cuadrado e McKennie resta fuori uno”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Lunedì 15 agosto alle 20:45 la Juventus farà il suo debutto in campionato contro il Sassuolo, e alla vigilia della partita Massimiliano Allegri ha presentato in conferenza stampa la 1ª giornata della stagione 2022/2023 davanti ai media presso l’Allianz Stadium.

Il tecnico bianconero comincia così:Ora inizia il divertimento!”.

“La squadra ha lavorato bene in questo mese, ma quello che conta è domani. La prima partita incuriosisce sempre, ma contano i 3 punti contro un Sassuolo che è squadra tecnica” ha commentato Allegri che ha poi aggiunto Prima in casa con stadio pieno, servirà entusiasmo. Fuori Rabiot e Kean per squalifica, poi abbiamo indisponibili Szczesny, Aké, Pogba, Kaio Jorge. Riavremo Chiesa in condizione ottimale a gennaio. Fuori anche Arthur che ha un problema alla caviglia e poi ci sono voci di mercato. Gli altri tutti a disposizione, anche McKennie“.

Allegri ha poi proseguito:Capisco l’umore dei tifosi dopo alti e bassi, abbiamo giocato tre amichevoli importanti e l’ultima è andata male. La sconfitta con l’Atletico ci ha fatto bene per farci alzare le antenne. Ho sentito troppi trionfalismi in giro, la Juventus ha il dovere di puntare a vincere come è stato anche l’anno scorso, vincere è difficile e ci sono squadre attrezzate come Inter, Milan, Roma. È un campionato con 4-5-6 pretendenti e noi siamo in mezzo a quelle. Bisogna lavorare in silenzio, la società è stata brava a sostituire chi è partito, ora pensiamo al campionato perché abbiamo 4 partite prima della fine del mercato”.

“Nessuno ci regala niente – ha rimarcato Allegri -, nessuno ci toglie cosa abbiamo fatto ma su quello che faremo domani siamo tutti in discussione, perché conta solo il campo. Tenendo il profilo molto basso, troppi trionfalismi in giro e non mi piacciono“.

Su Kostic ha poi aggiunto: “È un giocatore che crossa molto bene, con un ottimo controllo di palla. Devo ancora decidere tra lui, McKennie e Cuadrado, ne giocheranno due. Sono molto contento di Kostic, è un calciante, ne trarrà beneficio Vlahovic che sta bene e ha la possibilità di fare una grande stagione”.

Di Maria? “Va sfruttato per le sue caratteristiche tecniche, di livello superiore alla media. Dovremo metterlo nelle condizioni di cucire il gioco”.

Un accenno anche sui giovani: Con la società siamo d’accordo. In questo momento non abbiamo deciso chi rimane e chi va via. Uno o due rimarranno, altri dovranno fare un percorso perché è inutile tenerli se non possono giocare. Una cosa è certa, sono molto bravi e stanno lavorando bene”.

- Advertisement -