Pogba, retroscena su Dybala: “Gli ho chiesto perché non restava…”

0
579

Paul Pogba nel corso di un’intervista a DAZN, oltre a riportare le prime impressioni dopo il suo ritorno alla Juve, ha anche parlato di Paulo Dybala e ha rivelato di aver chiesto all’argentino di restare. Sappiamo invece com’è andata: mentre il centrocampista francese faceva il suo ritorno a Torino, la Joya si accasava con la Roma. Ma sarebbe anche potuta andare diversamente.

Ho parlato tanto con Paulo – ha commentato Pogba -, gli ho chiesto perché non restava qui per giocare un altro po’ insieme. Mi ha risposto che ormai era già andato via e che dovevo chiamarlo prima…”. Ha poi aggiunto: “Ma noi scherziamo sempre… Voglio che sia felice, l’ho sentito contento della scelta di andare alla Roma“.

Ha poi aggiunto: “Sono molto felice di essere tornato, tutti mi hanno subito fatto sentire a casa. Allegri mi trova diverso? Non ho più 22 anni… Fisicamente mi sono strutturato, ho più muscoli”. Sui suoi nuovi compagni ha commentato: Vlahovic mi ha colpito, è fortissimo, lo chiamo Du-du, è più facile che Dusan… Anche Chiesa, quando l’ho visto mi ha impressionato. Di Maria? Il Fide è un giocatore fortissimo, sai quello che vuole fare, ma non riesci mai a prenderlo quando va sul sinistro, tocca la palla tante volte, è un fenomeno“.

Su Locatelli: “Loca è un grande, lo chiamo ‘Super class’ perché gioca con classe e ne ha tanta anche fuori, per come si veste e si muove”.

E l’italiano? “Non l’ho dimenticato, ma qualcosa ho perso…”.