martedì, Novembre 29, 2022

Marotta minimizza: “Dybala non ci serviva. È stato tutto strumentalizzato, nessuna brutta figura”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ai microfoni di DAZN ha parlato del mercato dei nerazzurri che, dopo aver perso Dybala e Bremer, non sembra stia procedendo come sperato.

Marotta butta però acqua sul fuoco. “Di Dybala si è parlato tanto, posso dire che è un ragazzo serio, un professionista. Non c’era spazio per lui, non perché non fosse bravo, ma perché non c’era necessità. Poi tutto è stato strumentalizzato e si rischia di fare brutta figura, ma non è così ha minimizzato Marotta, che ha poi aggiunto: Paulo lo vedo bene alla Roma, credo sia una piazza ideale per lui, dove sentirsi leader”.

Su Bremer, ammette: “È un grande giocatore. Ausilio ci lavorava da mesi ma i nostri condizionamenti legati agli equilibri economici finanziari non ci hanno permesso di giungere a conclusione. Abbiamo fatto la nostra corsa, poi quando arrivano offerte molto distanti, è normale che il venditore faccia le proprie scelte, così come il calciatore. L’opportunità è sfumata, ma fa parte del gioco. Bisogna apprezzare la perseveranza con cui abbiamo portato avanti questa cosa”.

Sulla nuova stagione che attende i nerazzurri ha commentato: “Mi aspetto una stagione aggressiva, determinata, con voglia di fare e conquistare trofei e posizioni. Se siamo più forti di altri? Questo è difficile da dire, tu credi di aver allestito una squadra forte ma poi devi fare i conti con quanto fatto dalle altre“.

- Advertisement -