Moggi: “Bremer sostituto ideale di Chiellini. Dico no a Zaniolo e Belotti. Serve Paredes del PSG”

0
5924

Luciano Moggi, ex dg della Juventus ha commentato a caldo l’affare Bremer e gli altri possibili colpi della dirigenza bianconera:

“La Juventus ha dovuto sborsare 40 milioni più 7,5 di bonus, che arrivano quasi a 50 per Bremer. La Juventus ha permesso all’Inter e a Beppe Marotta di contattare il giocatore a suo tempo e di fare firmare una dichiarazione che accettava 3 milioni per 3 anni. A un certo punto si è arrivati all’asta e le aste non si devono fare perchè poi ci devi rimettere i soldi”.

Al di là di tutto, secondo Moggi “lui è un difensore che fa comodo alla Juventus, perchè sostituisce Chiellini nel migliore dei modi e voi sapete che Chiellini non è facile da sostituire”. 

In sostanza, spiega ancora Moggi “Noi abbiamo preso Bremer, perchè l’Inter non è riuscita a dare Skriniar al PSG de Ligt è un buon giocatore, però, tutti i rigori che ha creato diventano cose che vengono portate avanti. Il suo modo di giocare è quello di andare in velocità, cercando sempre l’anticipo. de Ligt è stato venduto bene e io l’avevo detto. Lì sapete chi è stata brava? Rafaela Pimenta”.

Tuttavia, ammonisce l’ex dirigente bianconero, “oltre Bremer ci vuole un altro difensore, nonostante ci sia Gatti, che terrei lì”. 

Mosse future?  “Per me, il giocatore che la Juventus deve provare a prendere è Paredes del PSG. Zaniolo è un riempitivo. Parliamo di un giocatore che ha avuto due infortuni gravi e metterlo in un gruppo dove può fare la riserva è pericoloso. Quando gioca Vlahović e quando torna Chiesa, la Juventus non potrà sostenere tre attaccanti. Visto che abbiamo un giocatore che smania per tornare alla Juventus e che si chiama Morata e per cui la Juventus sta intrattenendo dei discorsi per far diminuire la richiesta, punterei su di lui”.

Infine, Belotti svincolato? “Non lo prenderei e mi dispiace per lui. Non è un giocatore che si adatta allo stile di gioco che vuole adottare la Juventus”.