martedì, Novembre 29, 2022

Conferenza stampa Allegri: “In tournée non ci saranno Chiesa, Arthur e Kaio. De Ligt sarà rimpiazzato al meglio”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Prima conferenza stagionale di Allegri, che presenta la tournee Usa a cui parteciperà la Juventus:

Per noi è un piacere partecipare alla Soccer Champions Tour. Queste sono partite importanti contro grandi squadre come Real, Barca e Chivas. McKennie è un giocatore della Juventus. Un giocatore molto importante che purtroppo ha subìto un infortunio. Quest’anno potrà giocare un’ottima stagione. I giocatori che non ci saranno in tournée sono Chiesa, Arthur e Kaio Jorge che sono infortunati”.

È una Juventus più forte?

“Lo scorso anno non abbiamo vinto nemmeno un trofeo. Partiamo per vincere e con gli innesti, per adesso, di Di Maria, Pogba, Gatti e il rientro di Chiesa e McKennie rendono la squadra più competitiva. Vincere non è mai facile e dobbiamo fare tutto per vincere il campionato. I primi tre mesi saranno
importanti”.

E ancora: Pogba e Di Maria sono giocatori importanti che alzano il livello tecnico della squadra, deresponsabilizzano alcuni giocatori e miglioreranno il livello tecnico della squadra. Sono molto contento che siano arrivati. Pogba è arrivato nel modo giusto, con determinazione e con voglia. Negli ultimi anni non ha giocato ai suoi livelli, adesso è tornato a casa e può darci una mano. Paul ha un livello di fisico e qualità che ci può dare una mano”.

E sui rumors su De Ligt?

Assolutamente no. Ieri c’è stato un incontro con il Bayern Monaco, ma al momento è un giocatore della Juventus. Nel calcio può succedere di tutto, ma se dovesse partire la società si farà trovare pronta”.

Chiesa? “Chiesa dovrebbe tornare a metà settembre. Poi io con questi infortuni vado molto cauto. Tornerà al 100% da gennaio in poi”.

Sul centrocampo:

Momentaneamente abbiamo 5 centrocampisti perché Arthur è fuori per infortunio. Con noi avremo Fagioli, Miretti che rientrerà il 3 agosto perché ha fatto l’Europeo e si è diplomato, quindi gli faccio i complimenti. Poi abbiamo Rovella e infine decideremo su Ranocchia. Sono giocatori di qualità che hanno bisogno di giocare certe partite per vedere a che punto sono”.

- Advertisement -