Gazzetta: “Agnelli resta saldo al comando della Juve”

0
2306

John Elkann non ha alcuna intenzione di spodestare Andrea Agnelli dalla presidenza della Juventus: È questa la sentenza apparsa sulle colonne de La Gazzetta dello Sport.

Nessuno infatti deve dimenticare, come appunto ricorda La Rosea che “quando Andrea Agnelli venne nominato presidente, la Juventus si leccava ancora le ferite di Calciopoli: squadra settima in classifica e fuori dalla Champions, capitalizzazione in Borsa di 162 milioni. Dodici anni dopo, c’è una nuova sfida davanti, con lo stesso timoniere ma un equipaggio e un contesto completamente diversi”.

Andrea Agnelli dunque non ha intenzione di mollare: Il presidente ha infatti “ancora entusiasmo, professa serenità, è consapevole che la governance andava modificata”.

Ecco perché sono arrivate nuove figure apicali: Un anno fa, l’arrivo di Arrivabene ha trasformato la governance, rendendola più verticale.

E ora la nomina di Francesco Calvo che sarà il braccio destro di Arrivabene, una scelta voluta fortemente dallo stesso Andrea Agnelli capace di tornare sui propri passi dopo le questioni private che nel 2015 spinsero Calvo ad accettare il Barcellona.

Qual è il prossimo obiettivo: la vittoria naturalmente. Ma anche tagliare i costi della rosa per poi lavorare sui ricavi con la volontà di tornare ai valori dell’epoca pre-Covid.