Raspadori: “Tifavo per l’Inter, ora non più. Io alla Juve? Ne sarei orgoglioso”

0
5276

Raspadori, direttamente dal ritiro della Nazionale Italiana risponde ad alcune domeande di mercato, in particolare legate all’interesse della Juventus nei suo confronti.

“Mercato? Con equilibrio. I miei agenti e la società faranno le valutazioni e vedranno cos’è meglio per il mio futuro. Io sono tranquillo e felice di quello che sto facendo”.

“Juve? E’ un grande motivo d’orgoglio, non può far altro che piacere. Alla fine il sogno nostro è di ambire sempre a qualcosa di più grande”.

Il talento azzurro è stato addirittura paragonato a Dybala: “Lui è un campione, difficile paragonare un ragazzo come me all’inizio a un campione così. Se c’è una cosa in cui posso assomigliargli è legare il gioco comunque essendo un attaccante”.

Ad ogni modo Raspoadori ritiene di essere pronto per una big: “Penso di essere pronto, perché do sempre il 100% in tutto quello che faccio e quindi sono pronto ai cambiamenti. Giocare in Champions? Non c’è un tempo per raggiungere questo obiettivo, è un’ambizione grande che tutti hanno, spero di arrivarci”.

E infine l’aneddoto sull’Inter: “Non la tifo più. Sono simpatizzante, perché quando ero piccolo facevo il derby con mio fratello, lui tifava Milan, io Inter. E’ nata così, più per dispetto e andargli contro. Ora non sono più tifoso. Il tifo è per il Sassuolo oggi”.