Juve, c’è un caso Cuadrado. Il colombiano non è disposto a decurtarsi lo stipendio.

0
5205

Si apre all’improvviso un caso Cuadrado alla Juventus, legato al rinnovo contrattuale del colombiano che rispetto a tutti gli altri compagni di squadra non si è decurtato l’ingaggio.

Il motivo? l’esterno destro ha usufruito di una clausola sul contratto legata alle presenze stagionale che hanno fatto scattare il rinnovo automatico a 5 milioni netti a stagione.

Ora, è venuto a galla che nelle settimane antecedenti il rinnovo, la dirigenza bianconera ha tentato invano di trovare un accordo con l’entourage dell’esterno, per abbassare l’ingaggio a 3 milioni netti e spalmare su due stagioni la differenza.

L’offerta a quanto pare, è stata respinta, il che avrebbe parecchio infastidito la stato maggiore della Juventus.

Tra gli addetti ai lavori serpeggia la certezza che “la Juve, senza un’apertura del colombiano alla riapertura della trattativa per abbassare l’ingaggio in essere, riterrà pure Cuadrado assolutamente sacrificabile”.

Tanto che se il suo agente Alessandro Lucci “dovesse registrare delle proposte dall’estero ritenute soddisfacenti, nessuno si opporrà alla partenza di Cuadrado”.

Questo spiegherebbe il motivo per il quale la Juve si sarebbe fiondata Nahuel Molina.