Di Maria vuole la Juve e viceversa: il nodo è la durata dell’ingaggio

0
735

Angel Di Maria ha incantato Wembley nella finalissima Italia-Argentina, e mandato in visibilio i tifosi juventini che si mostrano già pienamente convinti del possibile colpo di mercato e sperano di vederlo presto in bianconero.

Presente a Londra anche Federico Cherubini impegnato a trovare un’intesa con il procuratore di Di Maria, Jorge Mendes, prospettandogli una doppia soluzione, come riportato da SportMediaset:

“Se l’argentino vorrà mantenere l’ingaggio al livello di quello che percepiva a Parigi dovrà accettare di firmare fino al 2024, perché in questo modo la società bianconera potrà usufruire del decreto crescita e arrivare ai 7,5 milioni netti più bonus che chiede El Fideo. Se invece il suo obiettivo è quello di arrivare al top al Mondiale e poi tornare in Argentina nell’estate del 2023, allora dovrà accontentarsi di cifre inferiori, perché con un solo anno di contratto non è possibile accedere agli sconti fiscali per i lavoratori che si trasferiscono in Italia: in questo caso l’ingaggio arriverebbe al massimo a 6 milioni netti più bonus”.

“Per adesso, comunque, continua a filtrare ottimismo: Di Maria vuole la Juve e viceversa, resta solo da trovare l’intesa giusta“.