spot_img
spot_img
giovedì, Dicembre 8, 2022

De Laurentiis: “Sto trattando Bernardeschi. Koulibaly? Se per lui la vile moneta è l’unica cosa che conta può anche andarsene”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista in conferenza stampa:

Si parte con una stoccata: “C’è una cosa da sottolineare. Noi siamo l’unica squadra italiana che sta da tredici anni in Europa. I nostri giocatori sanno perfettamente cosa accade quando si va fuori a giocare. Quest’anno abbiamo un vantaggio in più nello svantaggio. Il fatto di dover interrompere i campionati è una grande cavolata fatta da Blatter e compagnia bella, ma non ne voglio parlare sennò scriviamo un film giallo”.

MERCATO, KOULIBALY – “Lo Scudetto lo vince il Milan che ha 40 milioni in meno di monte ingaggi, questo vuol dire che noi dobbiamo rimetterci sui binari della regola che ci ha fatto da guida in tutti questi anni”, la premessa.

Per me quei due calciatori che lei ha nominato (Koulibaly e Mertens, ndr) sono due calciatori che rispetto, a cui voglio molto bene, ma dipenderà solo da loro vedere se la vile moneta è l’unica cosa che li può appagare o se vivere a Napoli, vivere una situazione anche filosoficamente diversa, lo possano considerare un privilegio. Altrimenti è un problema che non mi riguarda più”: parole chiarissime quelle di ADL.

Poi l’annuncio sulla trattative per portare Bernardeschi sotto il Vesuvio: “Qui sono tutti cedibili. Ho trattato personalmente Bernardeschi, sono già tre settimane che ho parlato col suo agente a Montecarlo e gli ho chiesto cosa facesse. Ma ho parlato anche col mister perché non si possono prendere delle persone non assimilabili in un contesto di gioco che sceglie il mister. Quindi se vogliamo fare fantacalcio va bene, ma i calciatori devono essere messi bene in campo. Con questo non mi permetterei di dire che Bernardeschi non vada bene, ma neanche il mister. Vedremo”.

- Advertisement -