Lewandowski bissa la vittoria della scarpa d’oro

0
42

Come ogni stagione che si rispetti, anche quella che sta per finire ci sta per dare un titolo individuale al quale molti giocatori sono estremamente legati. Si tratta della Scarpa d’oro, un premio che viene assegnato al miglior goleador dei campionati europei. Sebbene non si tratti di un premio nel quale il numero dei goal lo è tutto, visto il coefficiente di difficoltà dei campionati che condiziona non poco l’esito della corsa, questo trofeo è solito premiare il bomber più decisivo ad alti livelli, e quest’anno ha visto imporsi nella sua classifica globale aggiornata il polacco Robert Lewandowski, centravanti del Bayern Monaco, il quale ha bissato il successo della scorsa stagione, quando per molti fu il miglior giocatore in assoluto.

Un dominio assoluto durante tutta la stagione

Il numero 9 della squadra bavarese e della nazionale polacca, della quale è anche capitano, ha nuovamente dato prova di quanto sotto porta nessuno sia ai suoi livelli. Nonostante in Champions League i suoi goal non siano bastati a evitare l’eliminazione ai quarti di finale da parte del Villarreal, Lewandowski si è confermato in Bundesliga come un centravanti molto affidabile, realizzando ben 35 reti in 34 partite, il che denota una media realizzativa di oltre un goal per incontro. Ora che è finita la stagione, Lewandowski ha come obiettivo quello di trascinare la sua Polonia nella prossima Nations League, nella cui Lega A la Francia ha in questo momento i favori del pronostico da quanto dicono le principali quote sulle scommesse sul calcio live disponibili in questo periodo che si basano sugli stati di forma più recenti delle Nazionali europee. Leader della sua Nazionale, che con lui in campo cercherà l’exploit ai prossimi Mondiali di Qatar 2022, Lewandowski potrebbe accettare l’anno prossimo una nuova sfida lontano da Monaco, con l’obiettivo di ripetersi nuovamente come bomber più influente e decisivo del Continente ad altissimi livelli. 

Benzema, inseguitore e principale candidato al Pallone d’Oro

Dietro al polacco, che ormai si sta avviando alla vittoria, vi è tra i più quotati un attaccante attempato che però sta disputando un finale di stagione da protagonista assoluto, sia per quanto riguarda i goal sia per gli assist. Parliamo di Karim Benzema, il quale in questo momento si trova a quota 27 reti ed è in lotta per la Scarpa d’Argento. Il francese, che a dicembre compirà i 35 anni d’età, sta vivendo quella che probabilmente è la sua miglior stagione di sempre. Dopo aver permesso al Real Madrid di rimontare negli ottavi di finale di Champions League contro il Paris Saint Germain con una tripletta, Benzema è stato capace di ripetersi contro il Chelsea nei quarti, per poi decidere la semifinale contro il Manchester City sempre a suon di goal decisivi. Dotato di una tecnica sopraffina e di un senso del gioco assoluto, il numero 9 del Real si è anche candidato fermamente al prossimo Pallone d’Oro. Il tutto praticamente alla fine di una carriera nella quale per troppo tempo è stato all’ombra di Cristiano Ronaldo, il quale adesso è da lui ben distante nella classifica dei goleador europei.