Il presidente dell’AIA: “Spiegheremo a fine partita le decisioni prese dagli arbitri”

0
3065

Dal palco del Coni ha parlato il presidente dell’AIA (Associazione Arbitri) Trentalange, che ha annunciato novità importanti anche alla luce delle continue polemiche che hanno generato le decisioni arbitrali nel corso di questo campionato:

“Arriveremo a comunicare il perché delle decisioni arbitrali a fine partita. Non subito, non immediatamente dopo la partita quando gli animi sono ancora caldi e le analisi di questo tipo non avvengono in un ambiente di reciprocità. Ma siamo sicuri che ci arriveremo”, le prime parole di Trentalange.

“Stiamo lavorando a un progetto di comunicazione. Ma non dopo la partita e non per giustificarci. L’importante è parlare di tattica, di confronto, dando chiavi di lettura. Nel calcio anche quando si analizza la stessa immagine, non tutti formulano lo stesso giudizio”.

Sul ruolo controverso del VAR, il capo dell’AIA ha aggiunto:

“Siamo dell’idea che debba esserci una specializzazione del Var, si devono allenare a fare quello. Credo si debba andare verso una specializzazione, un po’ come avvenuto con gli assistenti, che nascono arbitri e poi diventano assistenti”.

Non poteva mancare il giudizio sul designatore Rocchi:

“Lui ha ottime possibilità di essere confermato come designatore visto il lavoro che sta svolgendo e vista la capacità che ha di sopportare le critiche”.