Auriemma: “Moggi il più grande dirigente del calcio italiano. Calciopoli? Passa solo lui per cattivo, ma così non era”

0
1854

L’ex direttore sportivo della Juventus, Luciano Moggi, è intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica di Raffaele Auriemma ‘Si gonfia la rete’.

A spiccare sono però le parole del giornalista di fede partenopea:

“Luciano Moggi? Moggi è il miglior dirigente che ci sia mai stato nel calcio italiano: lo dicono i numeri, lo dice quanto ha vinto e lo dicono i campioni che ha portato in Italia”, le parole di Auriemma.

“Vorrei ricordare che prese Gianfranco Zola dalla Torres, non Alemao e Crippa. Tutti ci chiedevamo chi fosse questo venticinquenne, a cosa servisse nel Napoli di Maradona, ma poi abbiamo capito perché Moggi lo avesse acquistato”.

Auriemma ha anche aggiunto: Quando parla Moggi, gli orologi si fermano: intervistarlo è sempre qualcosa di bellissimo. Calciopoli? C’è stata una corruttela, Moggi certe cose non le faceva da solo ma con altri: era un sistema diffuso e chi non riusciva a fare quanto Moggi diceva che lui fosse il cattivo. Era un sistema: sbagliato e punito, ma che Moggi sia stato il più grande dirigente del calcio lo decide il campo, non i giudici. E’ stato lui, insieme a Galliani, il migliore. Ha fatto vincere al Napoli la Coppa UEFA, non dimentichiamolo”.